Simracing

Il GT World Challenge 2021 fonde eSport e motorsport vero!

GT World Challenge cover

Il GT World Challenge unirà eSport e gare reali nella stagione 2021. Sembra incredibile: ciò che fino a pochi anni fa sembrava fantascienza, è diventato realtà! Gli organizzatori e promotori della categoria, SRO Motor Group, hanno infatti stabilito che i risultati ottenuti al simulatore avranno rilevanza per la classifica del campionato reale! Non ci credi? Allaccia le cinture che ora ti spiego tutto!

Assetto Corsa Competizione sarà protagonista del GT World Challenge 2021!

Facciamo chiarezza. La stagione 2021 del motorsport agonistico è alle porte, ma a causa della pandemia che non accenna ad allentare la morsa, non si sa ancora quali (e quante) saranno le gare effettivamente in calendario. A questo proposito, SRO (Stéphane Ratel Organisation – NDR), ha stabilito una nuova regola: ogni team partecipante al GT World Challenge, dovrà nominare un pilota che sfiderà gli altri su Assetto Corsa Competizione. I punti raccolti in queste gare eSport, verranno aggiunti alla classifica costruttori.

GT World Challenge Leclerc
Ti piacerebbe provare la 488 GT3 di Leclerc? – Fonte (SRO E-Sport)

Se sei un purista del motorsport agonistico, non temere! La classifica piloti GT World Challenge che determina il Campione di categoria, verrà stilata in base ai risultati ottenuti sui circuiti veri e propri. Al momento non si conosce ancora il punteggio delle gare virtuali, ma per la prima volta nella storia del motorsport, il titolo costruttori di una categoria dell’automobilismo verrà assegnato con il contributo di un videogame. Kunos Simulazioni può quindi esultare, dato che la piccola software house con sede a Roma, è arrivata ad un risultato che tanti possono soltanto sognare!


Quale sinergia tra il GT World Challenge e il simulatore romano?

La compenetrazione tra virtuale e reale, ha portato gli organizzatori del GT World Challenge a dover lavorare a strettissimo contatto con i dev di Kunos Simulazioni. La scelta è ricaduta su Assetto Corsa Competizione, perché tra il ventaglio di possibilità a disposizione, è risultato il simulatore che meglio di altri replica il comportamento delle vetture del GT World Challenge. Ma c’era un problema! Ovvero quello inerente al BoP, meglio conosciuto come “Balance of Performance“.

Non starò qui ad annoiarti con inutili tecnicismi, sappi soltanto che nelle categorie cosiddette a “ruote coperte”, come il GT World Challenge, quando una vettura risulta più performante di altre, viene artificialmente “rallentata” con diversi stratagemmi. Questa regola aumenta l’imprevedibilità delle corse, a tutto vantaggio dello spettacolo (secondo loro 😀 ). Tutto questo meccanismo, va trasferito dalla realtà alla simulazione, altrimenti il format perde realismo. Beh, sembra proprio che i dev ci siano riusciti! Per il resto, le gare avranno la durata di un’ora, con pit stop obbligatori.

GT World Challenge Jenson
Che ne pensi della McLaren GT3? – Fonte (SRO E-Sport)

Tutto sommato c’era da aspettarselo. Gli eSport sono in ascesa e, le avvisaglie di una cosa del genere, c’erano tutte. Se vuoi farti un’idea basata su un parere autorevole, leggiti l’intervista di Luciano a Chris Hoeke (Direttore della sezione Assetto Corsa Competizione per Redline Motorsport). Se invece vuoi tenerti aggiornato con le gare eSport del GT World Challenge, consulta il sito ufficiale SRO E-Sport. La categoria è sponsorizzata da Fanatec, nota azienda produttrice di sistemi di controllo per il Simracing.


Ti piace il nuovo format del GT World Challenge? Scrivicelo qui sotto nei commenti o sui social!

Chi l'ha scritto?

Fabrizio Bianchini

Nabbo da una vita senza saperlo. Amante dei racing game, nintendiano convinto e appassionato di musica anni '80.