Speciali Sportivi

eFootball 2022: è davvero un disastro? – Editoriale

efootball update pes 2022 messi cover

eFootball 2022 ha avuto un lancio che definire discusso, o discutibile, sarebbe fortemente riduttivo. La nuova forma dell’ormai fu PES, diventato un free to play (anche se sarebbe più un free to start) con contenuti a pagamento e basato maggiormente sull’esperienza multiplayer. Nelle intenzioni ci starebbe del buono, se non fosse che si sta rivelando uno dei giochi calcistici con il lancio peggiore di sempre.

Ad aver influito è stato un mix tra scelte di gestione del lancio rivedibili e un comparto tecnico che fa acqua sotto alcuni punti di vista. Si tratta di un disastro irrecuperabile? Vediamolo insieme!

eFootball 2022 non andava lanciato così

Per quanto un videogioco possa essere migliorabile e venga migliorato nel corso delle settimane, o dei mesi, il primo impatto sarà comunque quello più rilevante per il suo ciclo vitale. eFootball 2022 paga pegno da questo punto di vista, perché anche se tra qualche mese diventasse un gioco calcistico meraviglioso sarebbe comunque visto con diffidenza.


Vero, si tratta di un gioco che di base è gratuito quindi non costerebbe riprovarlo di tanto in tanto, con il passare delle settimane e delle patch. Però era davvero necessario lanciare eFootball 2022 in questo stato? Alt! Non sto discutendo l’aver lanciato una versione praticamente Demo, senza quindi il grosso delle modalità. Quello sarebbe il meno, e comunque andava comunicato meglio perché non ci sta alcuna dicitura “Trial” o “Demo”.

efootball pes 2022 messi neymar jr
Fonte (Konami)

Il problema è aver lanciato eFootball 2022 incompleto a livello di gameplay! Un gioco calcistico può essere privo di qualsiasi cosa al suo lancio, soprattutto se è una versione di prova preliminare come questa, ma non può difettare delle meccaniche principali. Infatti questo titolo avrà delle meccaniche chiave per il gameplay, soprattutto a livello di fisica (che ora fa abbastanza pena per essere il 2021), ma appunto le avrà e non le ha ora.

Facendo un esempio con FIFA 22 next gen, non per faziosità ma per rendere l’idea, è come se il tanto pubblicizzato Hypermotion mancasse al day one, per poi venire introdotto dopo. Finché si tratta di cose secondarie non è un problema, ma in un gioco di calcio è la fisica a fare la differenza. Se non possiamo provare il gioco con la fisica finale che lo stiamo provando a fare? Tanto valeva fare un altro stress test dei server come quello di Luglio. Tra l’altro, non mi capacito di come sia possibile che quella pre-alpha fosse più godibile, pad alla mano, dell’eFootball 2022 al quale si può giocare ora.

Dal lato tecnico non ci siamo proprio

Dimentichiamoci per un attimo dei volti e delle espressioni dei giocatori, che comunque rendono decisamente una presa in giro i teaser che ci mostravano Messi iper realistico (quando alla fine pare uscito da PES 2015). Anche perché già solo comparato con PES 2021 Season Update il confronto è pesantemente impietoso.

eFootball 2022 messi comparazione
chiamarlo downgrade sarebbe davvero poco! – Fonte (Konami)

Quello che lascia davvero alienati è tutta la struttura attuale. La fisica verrà cambiata tra qualche settimana? Ma meno male! Ad ora eFootball 2022 offre un’esperienza di gioco pad alla mano davvero molto poco fluida, legnosa sotto molti punti di vista e soprattutto influenzata pesantemente da una fisica del pallone altalenante. Quando il pallone è in aria si comporta anche discretamente bene, ma quando è a terra a volte pare una palla medica e a volte sparisce qualsiasi attrito col suolo (quindi se si fa un filtrante troppo deciso, il pallone viaggerà alla stessa velocità all’infinito fino a che non troverà un ostacolo o non uscirà).


Ci sarebbero anche molte altre cose da dire. La prima, che potrebbe essere una mia fissa ma fino a un certo punto, è che non è possibile nel 2021 che si corra con R1/RB. Non si tratta di poter mappare la corsa su un tasto diverso, perché è logico che se la corsa è pensata per un tasto e non per un trigger non ha la minima gradualità (non che in FIFA questa gradualità sia abbondante, ma un minimo è percepibile).

Altra cosa che lascia perplessi è la gestione poco chiara, oltre che scomoda, della UI. Perché inventare un menu pre partita a compartimenti stagni, suddivisi tra loro, con tasti shortcut che richiamano la scelta della formazione e cose di questo tipo? Era tanto brutto un menu orizzontale come quello classico, con tutte le opzioni a portata di mano sotto e divise e formazioni visibili sopra? La prima regola del game design, in questi casi, è funzione>forma. Giusto abbellire un menu, ma se non è funzionale o lo è molto meno rispetto a prima meglio di no. Tanto nessuno ha mai chiesto che venisse cambiato.

efootball 2022 volto rashford
base meme dell’anno? base meme dell’anno! – fonte (Konami)

Si potrebbe parlare anche degli spettatori sugli spalti da PS3, di un uso dell’illuminazione a tratti ottimo e a tratti che non ha senso e così via. Ma in definitiva la cosa più lampante è che Konami non era pronta al cambio di engine, perché Unreal è sicuramente eccezionale e aiuta molto nella scalabilità (cosa fondamentale dovendo portare il gioco anche su mobile), però era ancora presto. Si vede nitidamente la minore confidenza con il motore grafico, che ha animator e fisica per certi versi peculiari.

eFootball 2022 avrà vari aggiornamenti nei prossimi mesi, ma il più importante sarà il primo grosso update con la nuova fisica e le modalità gratuite. Speriamo che possa migliorare nettamente perché al momento, per quanto mi dispiaccia dirlo, se non è un disastro poco ci manca. Non a caso, su Steam è stato bombardato da migliaia di recensioni negative, qualcosa di semplicemente senza precedenti!


Cosa ne pensi? Hai provato eFootball 2022? Dicci la tua con un commento! Puoi trovare il nostro ultimo editoriale cliccando qui sotto!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.