Speciali

Zelda Breath of The Wild 2: finalmente ci siamo!

zelda breath of the wild 2 banner

Zelda Breath of The Wild 2 è stato finalmente mostrato più nel dettaglio, come ultimo annuncio del Nintendo Direct 2021 all’E3. Poco più di un minuto di gameplay trailer, ma che è stato sufficiente per venire a conoscenza di nuove meccaniche e caratteristiche.

Oggi vediamo insieme le novità di gameplay che ci sono mostrate, decisamente non di poco conto e che mettono inevitabilmente molto hype per questo sequel. Nella speranza ovviamente che la qualità generale sia pari, se non superiore, al primo capitolo! Ecco tutte le nuove introduzioni di Breath of The Wild 2 mostrate finora!

Le nuove meccaniche di Zelda Breath of The Wild 2

Per parlare delle nuove meccaniche non si può non menzionare l’evoluzione, così almeno pare, della tavoletta Sheika. Si tratta di un concept nato con il primo capitolo, ma per qualche motivo poi sostituito dall’ormai famosa tavoletta. Sto parlando di un artefatto che si indossa su un braccio, per la precisione il destro, e che pare metta a disposizione una versione potenziata dei poteri della tavoletta. Questa nuova caratteristica potrebbe differenziare, e non poco, Zelda Breath of The Wild 2 rispetto al primo capitolo.


Il potere che viene mostrato, per certo collegato al nuovo artefatto, è una sorta di incrocio tra la stasi del primo Botw, il Forseight di Xenoblade e la possibilità di far riavvolgere il tempo solo per l’oggetto selezionato. Nella clip vediamo Link imprigionare in stasi una palla chiodata di ferro, con dietro dei nemici, e farla tornare indietro nel tempo colpendo tutti i nemici dietro di essa.

zelda breath of the wild 2 mappa
Anche stavolta uno spettacolo per gli occhi! – Fonte (Nintendo)

Un’altra meccanica che lascia senza parole è la possibilità di passare attraverso le superfici in forma acqua, immergendosi nelle superfici e “restando a galla” quanto si vuole prima di riemergere. Finora le meccaniche mostrate in Zelda Breath of The Wild 2 sono tutte e due game changing, a dir poco, e ora la curiosità è moltissima per i restanti poteri di Link. Saranno tutti inediti o vedremo anche quelli del primo capitolo?

Le novità non finiscono con i nuovi poteri Sheika di Link, in quanto è stata mostrata anche un’arma inedita che fa sparare fuoco da un braccio. Non vanno escluse magari altre armi elementali simili, considerando come funzionava la chimica nel primo Botw. Queste sono solo le prime novità mostrate, ma oltre alle nuove feature di gameplay c’è anche un’altra grande novità.

La mappa di Hyrule è stata stravolta

Quando Zelda Breath of The Wild 2 venne mostrato per la prima volta due anni fa, all’E3 2019, eravamo tutti convinti che avremmo avuto la stessa mappa del primo. Magari con qualche modifica, qualche piccola variazione, ma in generale la struttura credevamo che sarebbe rimasta quella. Ci siamo andati vicino, ma allo stesso tempo ci siamo sbagliati di grosso!

In questo secondo capitolo ci sono dei pezzi di terreno sospesi nel cielo, come se fosse un arcipelago levitante sopra la mappa principale, e tutt’ora non è ben chiaro come si potrà passare dalla mappa a questo arcipelago. Potrebbe però essere la chiave di volta per Zelda Breath of The Wild 2, aggiungendo molta verticalità e dando più profondità all’esplorazione.


Non è stato mostrato molto altro all’interno del teaser trailer di questo secondo capitolo di Botw, quindi non possiamo fare altro che attendere nuovi aggiornamenti futuri da parte di Nintendo. Puoi recuperare il Direct integrale trasmesso durante l’E3 2021 direttamente qui sotto, di annunci ce ne sono stati molti altri e tutti interessanti!


Cosa ne pensi di Zelda Breath of The Wild 2? Hai anche tu hype per questo sequel? Dicci la tua con un commento! Se sei appassionato di Nintendo, non perderti lo speciale su Pokémon Unite, lo trovi cliccando qui sotto!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.