News Speciali

Svelato Rocksmith Plus: un videogame salverà la musica?

rocksmith plus copertina

Rocksmith Plus è stato l’annuncio che più mi ha colpito, fra i tanti momenti interessanti dell’Ubisoft Forward di ieri sera. Tantissimi giocatori non vedevano l’ora di scoprire il nuovo Splinter Cell. Ma sono rimasti delusi. Nessuno si aspettava un videogame su Avatar (hai letto lo speciale di Alessio a riguardo?). E tutti hanno esultato durante il trailer.

Io ho avuto occhi soltanto per Rocksmith+.

Hai presente quel simil-Guitar Hero nel quale si suonano strumenti musicali veri? Allora sai cos’è Rocksmith! È fondamentale, a questo punto, che faccia una piccola premessa prima di entrare nel vivo dell’articolo: sono un boomer. Ormai l’ho ammesso anche a me stesso. E credo proprio che te ne accorgerai anche tu continuando a leggere. Ma è proprio per questo che vedo in Rocksmith Plus il nuovo Salvatore 🙂


Rocksmith Plus è roba che scotta!!!

Rocksmith Plus è l’evoluzione naturale di tutti i progetti del brand, a partire dal capostipite della saga, semplicemente Rocksmith, uscito in America nel 2011 (e l’anno dopo nel resto del mondo). Se per alcuni aspetti, quindi, Rocksmith+ è incredibilmente simile ai suoi predecessori, altrettante cose sono completamente diverse. A partire dal metodo di distribuzione.

Sì, perché il nuovo titolo sarà disponibile come servizio in abbonamento. Una scelta importante, che rischia di allontanare tanti giocatori interessati (ma non troppo!) all’acquisto. L’altro lato della medaglia, però, permetterà a Ubisoft di seguire Rocksmith Plus con il maggior numero di contenuti post-lancio di sempre, disponibili per tutti gli iscritti.

E se poi non mi piacciono le canzoni di Rocksmith+?

La libreria di brani a disposizione per gli iscritti a Rocksmith Plus sembra sconfinata. È uno dei punti fondamentali della campagna di lancio del gioco. E alcuni nomi, fra quelli che si possono intravedere nei vari trailer, lasciano davvero ben sperare.

rocksmith plus libreria canzoni
Un piccolo assaggio dell’enorme libreria di canzoni! – Fonte (Youtube @Rocksmith+)

Non soltanto il numero dei brani è clamorosamente superiore a quanto visto in passato, ma i nomi presenti sono di tutto rispetto, e ce n’è letteralmente per tutti i gusti. Dalla Cavalcata delle Valchirie di Richard Wagner, passando per gli assoli di Santana, gli strilletti di Cindy Lauper, e l’indie-rock dei Franz Ferdinand, si arriva fino alle colonne sonore dei videogame Ubisoft più famosi!

Rocksmith Plus avrà le tablature!

Stiamo per arrivare al momento in cui capirai perché ho ammesso di essere un boomer in apertura di articolo. Su Rocksmith+ potrai vedere cosa suonare su delle classicissime tablature. E io, da pessimo chitarrista 35enne, non potrei esserne più felice.


Lo stile “Guitar-Hero”, secondo me, non si addice alla complessità degli input da dare a uno strumento musicale vero. Che tu stia suonando il basso oppure la chitarra, infatti, le info a schermo qui sono mooolte di più di quelle necessarie per giocare a GuitarHero o Rockband. La tablatura, quindi, è una vera e propria salvezza. Ma anche un attira-musicisti scarsi, come me, ben più abituati a leggere la musica in quella maniera.

rocksmith plus tablatura
God save the tablatura!!! – Fonte (Youtube @Rocksmith+)

L’angolo del boomer, Rocksmith+ edition

Prima di salutarti, volevo condividere un messaggio di speranza. La tecnologia sta allontanando sempre più gli esseri umani dagli stumenti musicali. Trovare un 14enne che preferisca i Pink Floyd a Sfera Ebbasta è sempre più difficile. Scovarne uno che conosca i King Crimson e fischietti i Banco del Mutuo Soccorso è praticamente impossibile. E allora mi auguro davvero che, in questo caso, sia proprio la tecnologia a riavvicinarci a due fra gli strumenti più importanti di tutta la musica. Non servono più nemmeno i cavi, ti basta scaricare la companion App sul cellulare per essere pronto!

Se vuoi avere ancora più dettagli preliminari su Rocksmith Plus, non ti resta che guardare l’intervista al Lead Producer Arthur von Nagel. È in inglese, è vero, ma se imposti i sottotitoli con traduzione in italiano capirai ogni singola parola!


Sei già con un occhio sulla pagina di iscrizione alla Beta di Rocksmith+? L’idea ti piace molto, ma c’è ancora qualcosa che ti blocca? Parliamone qui sotto, oppure sui nostri Social!

Chi l'ha scritto?

Luciano Luca Grassi

Nonostante i 34 anni suonati, si sente ancora giovane. Quantomeno dentro. Fondatore e direttore di Nabbi.it, ama i GDR a turni e odia il click-bait. Non smetterà di lavorare fino a che non avrà coronato il suo più grande sogno: riportare il concetto del divertimento al centro del media videoludico.