Speciali

Playstation 5: primissime impressioni a caldo

playstation 5 60 fps

Playstation 5 è disponibile, finalmente, anche in Italia! Una console attesissima, considerando anche quanto sia attualmente difficile reperirne una. Io fortunatamente ci sono riuscito, e quindi sono qui per raccontarvi le mie prime impressioni su Ps5!

Sono, come da titolo, impressioni a caldo. Nello specifico vi parlerò del primo impatto, del risultato dei miei primi test e delle aspettative che, inevitabilmente, mi sono fatto. Partiamo!

Playstation 5: la nuova console di Sony… circa

Una delle primissime cose che ho percepito con Playstation 5, personalmente, è che non fosse la stessa sensazione di quando ho montato in postazione Xbox Series S. Ho percepito di meno la sensazione che fosse una console nuova. Che vuol dire? Andiamo con ordine.


Il Dualsense è un controller meraviglioso, ma non rivoluzionario

Playstation 5 presenta delle novità, una su tutte il Dualsense. Il nuovo controller di Ps5 è effettivamente molto diverso dal Dualshock 4, e inizierei sfatando un mito. Molti lo definivano un Pro Controller di Switch migliorato, altri una rivoluzione assoluta. La verità sta nel mezzo.

playstation 5 dualsense e dualshock
dualshock vs dualsense, quale preferite?

Eccezion fatta per il giroscopio, inferiore al “rivale” Nintendo, Dualsense è nettamente superiore in tutto. Non poco superiore, nettamente superiore. Sembra a tutti gli effetti una sua evoluzione logica, più che un’evoluzione del Dualshock.

Non parliamo di nulla di rivoluzionario però. La parola chiave è evoluzione, non rivoluzione. Né più né meno di quello che furono i Playstation Move per i Wii Mote, un miglioramento su quasi tutta la linea. Ma dire che sia un’invenzione di Sony è sbagliato.

La nuova Dashboard è più funzionale che mai, ma lo Store..

La Dashboard di Playstation 5 è a sua volta migliore della controparte Ps4. Veloce, reattiva e l’introduzione della sezione “controlli” è molto azzeccata. Un modo semplice e immediato per tenere d’occhio i download, gestire l’audio di gioco e musica e condividere contenuti!

playstation 5 dashboard controlli
Ho apprezzato molto il nuovo pannello di controllo di Ps5, davvero ottimo!

Anche in questo caso nulla di trascendentale, ma è sicuramente un miglioramento gradito. Meno gradito il nuovo Playstation Store, che ho trovato meno facile da navigare nella sua interezza. La trasformazione da App a schermata integrata nella Home era evitabile, perché con dei caricamenti così veloci nessuno avrebbe sentito il peso di quello vecchio.


Inoltre, quando si va nelle singole sezioni dello Store, la sensazione torna ad essere quella di un’app a parte. Non mi capacito di come nessuno, in Sony, se ne sia accorto mentre lo testavano.

Serviva una console nuova per queste innovazioni?

Arriviamo ora al punto del discorso. Indubbiamente la maggiore potenza di Playstation 5 sarà un fattore importante, ma il problema è che Ps5 è letteralmente solo potenza in più. Dualsense, Dashboard, Playstation Store e così via sono tutte introduzioni. potenzialmente, indipendenti dalla console.

Quando uscirono i Playstation Move non richiedevano una nuova versione di Playstation 3, così come il VR non aveva necessariamente bisogno di Ps4 Pro o Slim (andava anche sulla Fat). Il Dualsense sarebbe una periferica potenzialmente adottabile da qualsiasi hardware.

La nuova Dashboard e il niovo Store? Microsoft cambiò radicalmente la Dashboard Day originale di Xbox One, che era molto diversa da quella attuale. Ma il cambio fu applicato tramite aggiornamento di sistema, non c’era bisogno di cambiarsi la Xbox.

xbox one dashboard 2013
dashboard xbox 2013, momento amarcord!
Playstation 5: primissime impressioni a caldo
questa è l’ultima dashboard di Xbox One, nettamente diversa dalla precedente!

Si c’è un SSD, e quindi i caricamenti sono più veloci. Ma l’architettura della console non lo sfrutta come quella delle nuove Xbox. Senza la Velocity Architecture di Microsoft, Playstation non è in grado, ad esempio, di proporre alcun Quick Resume.

Playstation 5 è poco Next e molto Gen

Quella che propone Sony è quindi una Next Gen basata sulla pura potenza di calcolo, che si traduce con la possibilità di giocare titoli non presenti su hardware precedenti. Un concetto sicuramente molto classico di passaggio generazionale.

Inoltre è possibile giocare i giochi di Ps4 con un framerate aumentato…ah giusto, Bloodborne gira ancora in modo pessimo. Ma per rendere questo articolo pubblicabile, non mi soffermerò sulla cosa.

Playstation 5 è quindi un more of the same di Playstation 4, una Next Gen poco Next (con poche reali novità) e molto Gen (comunque di una generazione differente). Termine che ho voluto prendere in prestito da QDSS, che anni fa lo usarono per Ps4. Fa riflettere come, a distanza di 7 anni, Playstation 5 segua la stessa linea.

In virtù di tutto questo, le uniche console degne di essere chiamate davvero Next Gen al 100% sono le nuove Xbox, perché la loro architettura hardware potrà fare davvero miracoli- Playstation 5 dovrà, come le sue precedenti versioni, fare all-in sulle esclusive per avere la meglio sulla concorrenza.

Nella scorsa generazione ha funzionato, complice anche una Microsoft con poche esclusive e con un hardware di partenza molto poco funzionale. Basterà anche stavolta? Microsoft ora ha sia un hardware superiore che molte più Ip da sfruttare, quindi non ci giurerei. E in tutto questo, beh, sempre occhio a Nintendo!


Sapevi che facciamo ottime guide per neofiti sui videogiochi più in voga? Trovi le nostre Guide per Nabbi cliccando qui!

Che ne pensi di Playstation 5? Dicci la tua con un commento!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.