Speciali

Nintendo Switch Pro: non imparerete mai vero?

nintendo direct luglio rumor data gamestop nintendo switch 5

Perché sempre la stessa storia? Perché Nintendo Switch Pro di qua, Nintendo Switch Pro di là costantemente, a tratti a cadenza settimanale, per la bellezza di 4 lunghi anni? Per fare una mezza citazione, anche quest anno Switch Pro esce l’anno prossimo, solo che anche il prossimo anno uscirà in quello dopo ancora!

Sono sempre stato molto scettico sulle consuete voci di un arrivo imminente di Switch Pro, per info più dettagliate ti consiglio il mio precedente Speciale a tema, che trovi a fine articolo. C’erano tante discriminanti, ma soprattutto non c’erano né i presupposti né la necessità, da parte di Nintendo, di pensionare l’hardware di Nintendo Switch.

Però no, stando a moltissime fonti, articoli, video su Youtube e così via Nintendo Switch Pro era cosa fatta, addirittura con una presentazione all’E3 2021 data per scontata! Certo, Nintendo aveva detto a chiare lettere che sarebbe stato un Direct sul solo software, quindi solo sui videogiochi, ma poco importa fa finta che era scontata! E ora eccoci qui, e la domanda agli “esperti” del settore è sempre la stessa: quando imparerete?


Nintendo Switch Pro è fondamentale… per fare i click

La cosa che più fa sorridere di tutta questa storia è che, per assurdo, Nintendo Switch Pro sarebbe più utile a chi ne scrive piuttosto che a Nintendo. Perché signori miei, che Nintendo Switch prima o poi verrà archiviata e si punterà su hardware diversi in futuro non è una prediction, un’indiscrezione o così via. Non è altro che la pura e semplice realtà dei fatti.

PS2 era vista come la console divina, soprattutto in paesi come l’Italia, eppure alla lunga ha consegnato pistola e distintivo e si è ritirata in pensione. Idem la prima Xbox, idem ancora PS3 e Xbox 360 e così via. Nintendo che dice che sta lavorando sullo sviluppo hardware e dichiarazioni simili non, non e sottolineo ancora una volta non, vuol dire che Nintendo Switch avrà necessariamente una Pro, né che l’avrà nel breve.

nintendo switch oled bianca dock
Tutti volevano la Pro, è arrivata la OLED – Fonte (Nintendo)

Qui nessuno ha la sfera di cristallo, né tantomeno ce l’ho io, quindi magari alla lunga Nintendo Switch Pro uscirà davvero. Però non è una prediction se ogni giorno, di ogni settimana, di ogni mese da 4 anni a questa parte, tutti scrivono “tra poco esce la Pro!”. Sarebbe come dire “domani nevica a Roma”, e non succede, poi lo dici il giorno dopo, e niente, e così via. Magari un giorno a Roma nevicherà di nuovo, ma non sarebbe una previsione, sarebbe una lotteria.

Normale che parlarne a ripetizione attiri click e visibilità, però è anche normale che ora gli utenti stiano attuando una sorta di rivolta verso la stampa. Perché quella che ho fatto prima, bada bene, non era mica una battuta. Cerca in un qualsiasi sito “Nintendo Switch Pro” e guarda quanti risultati vengono fuori. Risultati sul nulla, indiscrezioni su indiscrezioni, prediction (?) su prediction. Non un articolo, non 5 o 7, dozzine!

Ora arriva il cosiddetto backlash mediatico, con versioni virtuali di folle inferocite composte da utenti in giro per il web, che dopo la smentita di Nintendo su un upgrade hardware in Nintendo Switch Oled sono esplosi. Si leggono frasi abbastanza pesanti nei confronti di redazioni e redattori, di gente che si sente presa in giro e difficilmente gli si può dare torto.


Non siamo tutti esperti, occhio!

Dare per scontato che tutti gli utenti siano pienamente competenti nel mondo dei videogiochi è sbagliato, perché l’utente medio di certe cose non capisce granché (giustamente, aggiungerei). Faccio un esempio molto banale, ed essendo abbastanza ignorante in materia potrei dire anche delle assurdità, ma l’importante è il concetto.

Poniamo caso che domani venga scritto ovunque che la Ferrari presenterà a breve una nuova versione del suo motore per le gare di F1. Con questo nuovo motore consumerà meno carburante, renderà la vettura la migliore nelle curve e cose di questo tipo. Io che di F1 sostanzialmente non ci capisco nulla, e mi scuso ancora se ho detto castronerie, se leggo letteralmente ovunque questa cosa penso sia vera.

uscita di f1 2021 trailer
Tra l’altro tra poco esce anche F1 2021 – Fonte (EA Sports)

Cosa dovrei fare, informarmi meglio? In ogni sito ne parlano costantemente come di un annuncio imminente, informandomi rafforzo la mia convinzione che sia vero. Non ci sono fonti ufficiali dalla scuderia? Poco male, le indiscrezioni non le hanno mai, ma se tutta la stampa specializzata ne parla costantemente penso, ingenuamente, che essendo loro più competenti di me ne sanno di più.

Ti ricorda qualcosa? Certo, perché è esattamente quello che è successo con Nintendo Switch Pro. Anche in quel caso, passassero anche 15 anni, questa benedetta Ferrari dovrà pur migliorarlo il motore, ma anche in quel caso non è una prediction dire ogni anno “è l’anno buono”. Il risultato è disorientare l’utenza meno competente, dato che molte persone potrebbero non aver comprato Nintendo Switch negli ultimi due anni, perché mezzo mondo gli diceva in continuazione: “tanto tra poco esce la Pro”.

Ora, sediamoci tutti, stiamo calmi, smettiamola di dire fesserie per una buona volta e godiamoci una console che, anche nella sua versione base del 2017, è probabilmente la migliore mai prodotta da Nintendo. Che piaccia o meno, Nintendo Switch Pro non serve perché Switch non ha necessariamente bisogno di una Pro, sicuramente nell’immediato futuro non ne ha. Potrebbe fare comodo un hardware più potente a Switch? Certamente, ma anche a Series X e PS5 non farebbe male avere più Ram o una GPU migliore no? Poi magari esce, forse tra il 2022 e il 2023, ma con la OLED o la vedremo tardi o vedremo direttamente la 2.


Questo lungo Editoriale termina qui. Facci sapere cosa ne pensi qui sotto con un commento! Appuntamento al prossimo Speciale! Puoi recuperare l’articolo precedente, di cui ti ho accennato all’inizio, cliccando qui sotto.

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.