Speciali

Monster Hunter Rise: visto da un non appassionato

Monster Hunter Rise Speciale

Monster Hunter Rise, esattamente come tutti gli altri titoli della serie, è un gioco di nicchia, non necessariamente adatto a tutti. Un gioco action con però una forte componente “didattica”, dove la conoscenza di creature, drop ed equipaggiamenti svolge un ruolo chiave!

Io non sono mai stato un fan di Monster Hunter, l’unico che ho mai giocato seriamente è World su Ps4, e nemmeno per troppe ore. Monster Hunter Rise è chiaramente diverso in tante cose, soprattutto considerando che Nintendo Switch è la piattaforma di lancio.

Se da un lato gli appassionati saranno sicuramente entusiasti di Monster Hunter Rise, soprattutto ora che lo hanno potuto provare con la Demo pubblica, gli altri invece? Questo nuovo capitolo può piacere anche a chi non è fan? Vediamolo assieme!


Che cos’è Monster Hunter?

Partiamo dalle basi, che gioco è Monster Hunter? Si tratta di un gioco action, come detto poco fa, molto incentrato sul concetto di learn & farm. Interpretiamo il ruolo di un cacciatore di mostri, le cui quest sono incarichi a tempo con lo scopo di uccidere una o più creature. Questi mostri non ci daranno punti esperienza, ma dei materiali (come ossa, pelle, carne e così via).

Solo attraverso i drop potremo effettivamente progredire potenziandoci, perché non essendoci livelli ci si basa unicamente sull’equipaggiamento. Equipaggiamento che, in un gioco del genere, dire che faccia la differenza sarebbe riduttivo. Non è raro dover persino cambiarlo a seconda del tipo di mostro da cacciare. Per farla breve, un mostro volante è meglio cacciarlo con l’arco, un mostro da terra veloce richiederà tutt’altro tipo di arma.

monster hunter rise gameplay spadone
Fonte (Capcom)

Ci sono poi sfumature molto più sottili rispetto a quelle estremizzate del mio esempio. E questa è la prima cosa da dover imparare. Una volta capito che arma serve, bisogna potenziarla. Quindi bisogna prima conoscere i materiali, poi imparare quale mostro li droppa e successivamente ottenerli cacciandolo. Mostro che a sua volta richiede un’arma specifica per essere farmato velocemente, che ha bisogno di altri materiali dati da un altro mostro e così via.

Monster Hunter Rise è potenzialmente adatto a tutti

Probabilmente arrivato a questo punto ti starai mettendo le mani nei capelli, ma ti assicuro che entrare in questo meccanismo non è affatto complicato. Al di là del fatto che viviamo nel 2021, e che quindi ci sono wiki su wiki che si possono consultare per sapere tutto al volo.

Monster Hunter Rise, secondo me, è decisamente il capitolo migliore per entrare nel mondo dei cacciatori di mostri. Il motivo è la sua natura ibrida da gioco, in parte, portatile. Se da console fissa, a volte, rischia di stuccare il giocatore più mainstream, su console portatile le cose cambiano e nemmeno poco.


Monster hunter rise gameplay
Fonte (Capcom)

Il concetto di quest in Monster Hunter Rise, esattamente come gli altri capitoli della saga, è molto basilare. Hai una mezz’oretta libera o poco più? Apri il gioco, fai una caccia, richiudi. Sembra una stupidaggine ma non lo è. Non è infatti un caso che su 3DS spopolasse, nonostante il quantitativo infinito di limitazioni tecniche e non solo.

Si tratta di una formula di gioco straordinariamente adatta alla portabilità, e la presenza della coop comporta anche la possibilità di giocare tra amici nello stesso luogo, in locale. Cosa che era un altro punto di forza assoluto delle versioni 3DS.

Monster Hunter Rise: pazzesco su Nintendo Switch

Voglio chiudere l’analisi con una chicca. Si è sentito spesso parlare di Nintendo Switch come console molto limitata, ma ci sono stati dei giochi che l’hanno fatta ben figurare in questi anni. Monster Hunter Rise rientra ufficialmente in questa categoria. Al prezzo dei 30 fps, piuttosto stabili, la resa grafica del gioco è davvero notevole, soprattutto in portatile.

Ci troviamo davanti a quella che, probabilmente, è l’esclusiva Switch che più di tutte spinge sull’acceleratore tecnico di Switch. Un sogno che si avvera per tutti coloro che Monster Hunter lo hanno conosciuto con il 3DS, e che quindi amavano quel tipo di esperienza.

Monster hunter rise companion
Fonte (Capcom)

In definitiva, Monster Hunter Rise è un gioco notevole e di altissima qualità, perlomeno da ciò che è stato possibile provare nella Demo. Con anche introduzioni di gameplay che faranno felici sia i novizi che i veterani. A mani basse, il migliore dei capitoli giocabili in portabilità, nonché solo un gradino sotto l’immenso Monster Hunter World!


Il nostro Fabrizio, appassionato assoluto di Monster Hunter, ci ha già detto la sua riguardo le sue aspettative e i contenuti di Rise. Puoi trovare il suo precedente editoriale cliccando qui!

Se sei interessato ad acquistare Monster Hunter Rise, puoi supportarci comprandolo attraverso il nostro referal link di Amazon. Ricorda che per te il costo non cambia di un centesimo, per noi è un grande aiuto!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.