Speciali

La mia esperienza al Comicon 2024 di Napoli

la mia esperienza comicon 2024 napoli copertina

Quest’anno sono finalmente riuscita a essere presente al Comicon 2024 di Napoli. In quest’articolo sono qui a raccontarti la mia esperienza per poi tirare le somme sul com’è stato l’evento. Ci tengo a sottolineare che non si tratta di una recensione o qualcosa che punta all’obiettività, ma il racconto di come io ho vissuto il Comicon 2024. Fatta questa premessa, è il momento di buttarsi nel racconto!

Una turista al Comicon 2024 di Napoli

Nonostante il titolo che hai appena letto non faccia presagire bene, devo dire che io ho vissuto il Comicon 2024 benissimo. Anche se ci sono delle cose che perfino per me vanno riviste. Una su tutte il metodo in cui ci si muove all’interno. Nel senso che non ci sono delle infografiche che ti facciano capire bene dove ti trovi. È anche vero che al centro era possibile trovare uno stand dove poter prendere una mappa, ma fatto quello dovevi orientarti tu. Sarebbe stato meglio se ci fossero stati i classici cartelli “tu sei qui”.

Fatta esclusione di questo e del fatto che c’era tanta, tantissima gente, il Comicon 2024 è stato gradevole. Anche se dipende dal motivo per cui sei lì. Per esempio: io sono andata al Comicon 2024 di Napoli solo ed esclusivamente per godermi la fiera in toto. Non avevo l’obiettivo di incontrare X o Y influencer o persona nota. Ma quando arrivavano si poteva notare la massa di gente che non riusciva a entrare nel teatro o nelle varie zone dove si tenevano gli incontri.


Se invece il tuo obiettivo era semplicemente quello di girare e magari scattare qualche foto con quale cosplayer, è davvero un’esperienza unica. Certo, magari si trovano più personaggi della serie del momento, che in questi mesi sembra essere Hazbin Hotel, ma potevi trovare anche alcuni da Devil May Cry o Neon Genesis Evangelion. Io stessa sono riuscita a scattare una foto a entrambi, anche se fanno parte di medium decisamente diversi. Se ti interessa seguire i due cosplayer, li trovi su Instagram. Clicca sui loro nomi evidenziati in verde per andare al loro account: Misato e Dante.

comicon 2024 dante misato cholie98 deadman cosplay
Fonte (Instagram @Cholie98 e @deadman_cosplay)
La mia esperienza al Comicon 2024 di Napoli

E il gaming?

Per quanto riguarda la zona gaming, c’erano varie zone. La prima era quella dedicata al mondo dell’eSport, dove ho potuto incontrare Paolocannone. Inoltre era anche possibile provare una serie di giochi nuovi, così da poi decidere se acquistarli oppure no. Se posso aggiungere una nota strettamente personale: peccato vedere tantissimi giocatori su Tekken 8 e Mortal Kombat 1 lasciato indietro. Le postazioni erano tante anche se nessuna di queste era dedicata al retrogaming, cosa di cui ho sinceramente sentito la mancanza.

Qualcosa che vale la pena sottolineare erano i vari stand dov’era possibile provare delle demo di giochi indie con tanto di sviluppatori che ti spiegavano le meccaniche dei loro titoli. Mi sono segnata alcuni giochi che sperano escano presto, uno tra tanti è quello che vedi in foto qui sotto.

Come già detto, un gran peccato per la zona retrogaming, ma ci ha “guadagnato” la nona generazione di videogiochi. Inclusi gli indie. Ovviamente era anche possibile acquistare giochi e console più vecchiotte con sconti che (secondo me!) non erano così tanto vantaggiosi, fatta esclusione per qualche ventina d’Euro risparmiata sui titoli per Nintendo Switch.

Tantissimi fumetti e manga

Per quanto concerne il lato manga e fumetti c’era molta varietà e soprattutto un sacco di ospiti internazionali, con autori provenienti dal Giappone o Coreani. Inoltre c’è stato un panel dedicato proprio al mondo degli anime e dei manga. Inoltre erano anche presenti tutte le case editrici (Panini, J-Pop, ecc).


Lo stesso valeva anche per il lato fumetti occidentali, con la presenza anche di alcuni autori tra i più amati come Wallie e IlBaffo, ma c’erano anche alcuni stand dedicati ai fumetti meno blasonati. Quindi era anche possibile leggere qualcosa di completamente nuovo. L’unica cosa negativo che mi sento di sottolineare è il fatto che era abbastanza difficile arrivare agli stand a causa della quantità di gente.

Tirando le somme, questo Comicon 2024 di Napoli è stato decisamente una bellissima esperienza, soprattutto se l’hai vissuta come ho fatto io. Cioè andando un po’ ovunque senza avere una meta precisa. Il tempo è stato anche parecchio, considerando che sono arrivata all’inizio dell’evento e sono uscita con quasi due ore di anticipo rispetto alla chiusa. Ci ritornerò l’anno prossimo? Molto probabilmente sì!

🎮 Salva un gamepad! 🎮
Leggi le nostre Guide per Nabbi!

Sei stato al Comicon 2024 e vuoi dire la tua? Usa la sezione commenti!

Se vuoi leggere i nostri articoli, ti consiglio di seguirci sui social! Ci trovi su Facebook e Instagram!


Chi l'ha scritto?

Angela Pignatiello

Classe '97. Appassionata di videogiochi fin da quando ha memoria, ne parlerebbe per ore. Cresciuta tra Metal Gear Solid, TOCA e Ace Attorney, apprezza ogni genere di gioco, purché diverta o abbia una bella storyline.