Speciali

Emulazione PS4: niente di più inutile – Editoriale

giochi playstation su pc

Negli ultimi giorni si è aperto un enorme dibattito riguardo l’emulazione PS4, anche conosciuta come la cosa videoludicamente più inutile di sempre. Non è un’esagerazione, sono serio, come si fa a parlare con serietà di un argomento così futile e molto lontano dal concetto di emulazione?

Di solito si tende a emulare titoli che non sono ad oggi reperibili attraverso rivenditori ufficiali, sia fisici che digitali, e che quindi è impossibile giocare senza rivolgersi a privati che vendono il proprio usato. Come intuibile, tutto il contrario del parco titoli PlayStation 4. Oggi vediamo perché, oggettivamente, l’emulazione PS4 è una gran perdita di tempo.

Emulazione PS4? Costa meno comprarsela!

Ad oggi le specifiche per poter emulare in modo accettabile, e ripeto solo accettabile, sono da pc di fascia a dir poco alta. Anzitutto un computer che, per quanto riguarda i multipiattaforma, potrebbe tranquillamente essere usato per giocarli direttamente in versione PC. Che senso avrebbe giocare un Dragon Quest 11 emulato, per esempio, quando è tranquillamente disponibile all’acquisto su PC? E anche in ambito pirateria, sicuramente è più facile optare lo stesso su una versione PC (ovviamente non farlo).


god of war playstation 5 60 fps
Credo si intuisca che God of War non sia emulabile con un laptop a caso, per usare un eufemismo! – Fonte (Santa Monica)

Ecco quindi che il campo di titoli che si potrebbero recuperare emulando PS4, con un senso logico, sono soltanto quelli in esclusiva. Anche in questo caso, però, l’emulazione ha davvero poco senso. Perché? Perché comprare una PS4 usata oramai è una spesa quasi ridicola, con anche i giochi in esclusiva più di spessore che si trovano a prezzo budget. Senza considerare quelli che sono usciti e usciranno anche su PC, ma questo è un altro discorso.

Quindi tra comprare una PS4 e dei giochi per giocarci e procurarsi un PC in grado di emularla, la prima opzione è ampiamente più vantaggiosa. Possiamo quindi dire che è una soluzione che potrebbe alettare solo chi ha già un PC di fascia molto alta, ma anche in quel caso è un discorso molto poco sensato da fare. Al di là del supporre che chi ha i fondi per un pc del genere può spendere 110 euro di PS4 usata, che è relativamente poco attuabile dato che ognuno spende i soldi come vuole, il vero punto è un altro.

Sei neofita dei giochi più in voga? Dai un’occhiata alle nostre Guide per Nabbi!

Se in 8 anni di ciclo vitale, tra mille sconti, promozioni, uscite di spessore assoluto e un sacco di tempo per accumulare dei risparmi, ancora non hai comprato PlayStation 4 allora l’emulazione PS4 forse nemmeno ti interessa. Se ti fosse importato di giocarci lo avresti fatto già e legalmente, quindi non sarai certo motivato abbastanza da scaricare iso in siti di dubbia affidabilità, mettendo a repentaglio tra l’altro proprio lo stesso pc che tanto hai pagato, solo per un risparmio economico di piccola entità.

Detto questo, tutt’oggi il discorso emulazione è spesso molto fumoso. Non andrebbe mai fatto, ma se per giochi non trovabili nei negozi, e magari a prezzi spropositati come Pokémon XD Gale of Darkness, è perlomeno comprensibile non è il caso dell’emulazione PS4. Perché God of War lo si trova legalmente a 20 euro nuovo, perché giochi come Horizon e Bloodborne sono più volte stati inclusi nel PS Plus e perché, in generale, i videogiochi non si piratano, i videogiochi (soprattutto nel loro ciclo vitale) si comprano! Mi rendo conto che da Game Designer risulto di parte, ma se non ci si può permettere un gioco si aspetta che scenda di prezzo, non si pirata, punto.

horizon zero dawn prototipo
Noi sviluppatori non sopportiamo tutto questo per poi farci piratare i giochi! – Fonte (Guerrilla Games)

Puoi trovare il nostro precedente editoriale cliccando qui sotto! Appuntamento alla prossima e buona domenica!


Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.