Speciali

Cyberpunk 2077 e la scomparsa dal PS Store: la storia si ripete

cyberpunk-2077 copertina V Keanu Reeves

Nelle ultime ore è stato rimosso Cyberpunk 2077 dal Playstation Store. Trovi la notizia completa in calce a questo editoriale, leggila per sapere i dettagli anche e soprattutto sui rimborsi delle copie digitali!

In questo articolo però ho deciso di prendere spunto da questa vicenda, perché quello che è successo a Cyberpunk 2077 non è di certo un caso isolato. In passato è già successo che un gioco male ottimizzato venisse rimosso da uno Store. Precedente che sarebbe dovuto essere d’insegnamento per CD Projekt Red, ma così non è stato.

Sto parlando del caso Batman Arkham Knight, risalente all’estate 2015. Un gioco che, in quel caso, i problemi di ottimizzazione li ebbe, e gravi, su PC. E dato che la storia si ripete, userò quel caso per fare una previsione di cosa succederà a Cyberpunk 2077 nel prossimo futuro. Parliamone.


Cyberpunk 2077 e Batman Arkham Knight: destino in comune

Il 23 Giugno 2015 uscì Batman Arkham Knight, per PC Ps4 e Xbox One. Se su console il gioco girava molto bene, pur se a 30 fotogrammi al secondo ma granitici, lo stesso non si poteva dire della versione PC. La situazione era brutale, o avevi un PC di fascia molto alta o il gioco potevi pure non comprarlo!

Questo portò a una repentina rimozione di Batman dallo Store di Steam, la principale piattaforma per acquistare e giocare videgiochi su PC. Batman tornò sullo Store in autunno inoltrato, a un prezzo inferiore, e in poco tempo cominciò a essere costantemente oggetto di forti sconti. Il motivo era la, legittima, malafede dell’utenza PC verso il gioco.

Batman Arkham kinght gameplay screen
Fonte (Warner Bros)

All’epoca questo caso non fece un chiasso assordante, ma principalmente per due motivi. Innanzitutto non era un gioco atteso come Cyberpunk 2077, anche se chiaramente lo era per i fan della saga più accaniti. Il secondo motivo è che l’utenza PC non può vantare i numeri di quella console, in quanto non tutti hanno dei computer da gaming.

Cyberpunk 2077 non è altro che un Batman Arkham Knight, che invece di aver fatto un semplice flop ha commesso un vero disastro. Il motivo è aver floppato sulle piattaforme più diffuse, ossia Ps4 e Xbox One. Console che, in tutte le loro versioni, sono possedute da circa 140 milioni di utenti complessivamente.

cyberpunk 2077 bug texture
non esattamente quello che ci si aspetta da Ps4 e Xbox One – Fonte (CD Projekt Red)

Il resto è un banale 2+2. Se Batman Arkham Knight fu costretto alla rimozione da Steam, era pronosticabile che con Cyberpunk 2077 accadesse lo stesso almeno in uno degli Store. Stavolta però lo svolgimento è stato molto strano.


Sony è stata incoerente con se stessa

Io questo editoriale lo volevo già fare alcuni giorni fa. In quel caso sarebbe stata, chiaramente, una previsione. A frenarmi è stata la risposta di Sony ai videogiocatori che chiedevano il rimborso, ai quali diceva che il gioco, pur se con dei problemi, era funzionante. Di conseguenza, secondo Sony, non c’erano i presupposti per un rimborso.

Non solo, questa risposta mi ha anche fatto pensare a una cosa. A differenza di Steam, i quality check di Sony, Microsoft e Nintendo sono molto rigidi per l’ingresso nei loro Store. Cyberpunk 2077, secondo me, non è un gioco pubblicabile in questo stato, ma ciò non toglie che se è entrato nello Store ha superato i check. Magari di un soffio, ma lo ha fatto.

cyberpunk-207 gameplay guida
almeno dopo l’ultima patch si può finalmente guidare come si deve – Fonte (CD Projekt Red)

Questo insieme di fattori mi ha fatto desistere, ma leggendo della rimozione stamattina ero a metà tra una risata isterica e un attacco di bile. Com’è possibile, nel 2020, dire una cosa e due giorni dopo dire l’opposto in un settore come il nostro? Ma qualcuno pensa davvero che siamo tutti scemi?

Stai ancora valutando il da farsi? Legittimo, sacrosanto e doveroso, ma non ti sbilanciare se ancora non sei sicuro della posizione che vuoi prendere. Finisci banalmente per perdere credibilità, perché stai rimuovendo un gioco che due giorni prima definivi in linea, tutto sommato, con i requisiti per stare sullo Store.

Tornando a Cyberpunk 2077…

Che destino aspetta Cyberpunk 2077? Una ripubblicazione sullo Store nei prossimi mesi, seguita da una sequenza serrata di tagli di prezzo e sconti molto pesanti nei vari saldi. Ti consiglio quindi di aspettare e non riacquistarlo subito appena viene rimesso online, se non hai fretta di giocarlo. Risparmiare qualche soldo, di questi tempi, non fa mai male.

Accadrà per certo, così come accadde nel 2015 per Batman Arkham Knight. Anche altri giochi flop, pur se non necessariamente rimossi da alcun store, hanno fatto questa fine. Due casi recenti su tutti, Anthem e Fallout 76. Nel caso di Cyberpunk 2077, come nel caso di Batman, vale però la pena dar loro una chance in futuro. Di certo, però, non ora.


Trovi l’articolo con tutte le info sulla situazione e, soprattutto, sui rimborsi di Cyberpunk 2077 cliccando qui. Se invece sai già tutti i dettagli, ti ricordo che se sei utente Sony puoi chiedere il rimborso con un click qui,

Cosa ne pensi di questa situazione? Dicci la tua con un commento!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.