Call of Duty Sparatutto

Warzone: nuovi leak sulla prossima mappa

warzone invisibilità bug

Rebirth Island era solo un assaggio di quello che Activision sta preparando per Warzone. Non sarà certo facile battere il successo del primo anno ma la casa di produzione americana ce la sta mettendo tutta: gli ultimi leak, infatti, puntano il dito verso i Monti Urali come prossima destinazione del battle royale più in voga del momento.

In attesa di qualche conferma ufficiale di Activision, non ci resta che analizzare quello che è stato scoperto da dataminer e leaker.

Warzone: nuova mappa sugli Urali

Il tema Russia vs USA è centrale nella storia di Black Ops Cold War. L’integrazione tra il titolo annuale di CoD e Warzone ha portato anche il battle royale sul binario della guerra fredda, come promesso da Activision.


Il prossimo step non può che essere una nuova mappa a tema: quale miglior luogo dei Monti Urali, scenario già presente nel multigiocatore di Cold War?

Secondo TheGamingRevolution, uno dei leaker più attendibili in ambito Call of Duty, la catena montuosa russa sarà proprio la prossima tappa di Warzone, grazie ad una nuova mappa che includerà alcuni scenari già visti in multigiocatore.

La data di uscita per il vero successore di Verdansk sarà marzo 2021 e come vedete dalla copertina conterrà ben tre mappe (adattate a punti di interesse tipici di un BR) della modalità Fireteam di Cold War: Sanatorium, Ruka e Ski Slopes.

La conferma della presenza di queste tre sezioni su Warzone arriva anche dai dataminer: tutti e tre gli scenari sono salvati nei file di gioco con il prefisso “wz” seguito dal loro nome (forest nel caso di Ruka). Come se non bastasse, l’easter egg di Rebirth Island parla di un bunker sul Monte Jamantau, appartenente proprio alla Catena degli Urali.

Ma quali saranno le novità della nuova mappa? Anzitutto, si potrà navigare il lago di Sanatorium a bordo dei gommoni. In secondo luogo, ci saranno delle motoslitte guidabili per spostamenti via terra, oltre ad altri veicoli più classici.


Per i più nostalgici, infine, c’è qualche speranza: Summit e WMD, storiche mappe della serie, potrebbero unirsi alle tre già presenti come punti d’interesse.


Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.