Call of Duty News Sparatutto

Warzone ban: 350.000 player eliminati, ma non per cheating!

warzone ban inseguimento

Un’altra ondata di Warzone ban si abbatte sui giocatori! Ma questa volta non è per cheating! Eh no, non si viene bannati solo per cheating. Ci sono un sacco di cose che potrebbero portare gli sviluppatori a bannarti. Uno di questo è la maleducazione. Sì, se inizi a insultare gli altri giocatori con parolacce e simili… beh, potresti essere bannato come questi 350mila player! Ma cos’è successo? Scopriamolo insieme!

Ondata di Warzone ban genera caos tra i giocatori

Activision ha fatto sapere di aver eseguito un’altra ondata di Warzone ban. Quanti account sono stati cancellati? 350mila. Infatti, da poco il publisher e gli sviluppatori hanno deciso di implementare un sistema che intercetti giocatori che si comportano male o che hanno elementi offensivi nei loro nomi, tag dei clan e anche all’interno della chat.

warzone ban giocatori
Qual è la tua modalità preferita? – Fonte (Activision)

E da quanto lo hanno attivato, un sacco di giocatori sono stati bannati. Per la precisione, Activision ha specificato che il ban è arrivato per via di «nomi razzisti e comportamento tossico». Ma non è tutto, questo è solo l’inizio del nuovo tipo di Warzone ban. Puoi leggere tutto all’interno del post pubblicato da Activision. Inoltre, avrai anche l’opportunità di segnalare tu stesso i giocatori che si comportano in modo tossico.


Sei un Nabbo? Allora devi fare due cose: prima di tutto non preoccuparti, seconda cosa vai a leggere le nostre Guide per Nabbi!

L’obiettivo di questo Warzone ban e del nuovo tool è quello di dare ai giocatori le armi giuste per poter migliorare la loro esperienza di gameplay. Inoltre, Activision ha fatto sapere che ci saranno altri strumenti che ti andranno ad aiutare.

warzone ban fabio rovazzi
Hai preso la skin di Rovazzi? – Fonte (Activision)

Insomma con la nuova ondata di Warzone ban si va a determinare un nuovo metodo per segnalare giocatori che si comportano in modo scorretto. E non solo con le loro azioni in-game, ma anche con le loro azioni vere.


Che ne pensi? Facci sapere la tua con un commento qui sotto! E ricorda che noi di Nabbi.it siamo su tutti i social. Controlla la barra laterale del sito.

Non riesci a stare senza notizie sul gaming? Allora ti lascio qui sotto la nostra ultima news.

Chi l'ha scritto?

Angela Pignatiello

Classe '97. Nata e cresciuta con la Metal Gear Solid saga, amo giocare a quasi tutto ciò che mi capita sotto mano. Analizzo tutto ciò che avviene all'interno del mercato videoludico e il suo core: i videogiochi.