Sparatutto Valorant

Vision Strikers: il team di VALORANT con 100 vittorie e 0 sconfitte

vision strikers valorant sfondo

Ti presento i Vision Strikers, il team di VALORANT più dominante di tutta l’Asia. Questo quintetto ha appena segnato un record che difficilmente sarà battuto nella scena competitiva del titolo di Riot Games: 104 partite di fila senza sconfitte.

Ti chiedi quante di queste sono vittorie? Solo 4 pareggi e ben cento vittorie. Dominio totale come in pochi altri casi nella storia degli esport.

Vision Strikers: dominio totale

Se segui la scena competitiva di VALORANT e non conosci i Vision Strikers, questo è il momento giusto per recuperare il terreno perso.


In Nord America, Europa e Brasile ci sono diverse squadre in cima alle rispettive gerarchie ma in Corea del Sud non c’è spazio per la competizione in vetta, non finora almeno.

I Vision Strikers hanno dominato ogni torneo in cui hanno partecipato dal lancio della scena competitiva di VALORANT, monopolizzando completamente una delle regioni più performanti nella storia dell’esport, la Corea appunto.

Un piccolo sguardo alla pagina Liquipedia del team svela molto più di quanto possano dire una manciata di parole: gli unici risultati nei tornei della squadra sono colorati d’oro, simboleggiando il primo posto. Il dominio si è esteso anche oltre i confini nazionali in competizioni contro altri team asiatici.

vision strikers valorant
Una vittoria dietro l’altra! – Fonte (Liquipedia)

Chi sono i Vision Strikers?

Abbiamo parlato del loro dominio ma chi sono veramente questi Vision Strikers? Da dove saltano fuori?

Il quintetto ha un’origine comune: Counterstrike Global Offensive. Tutti i giocatori del team provengono dallo sparatutto tattico di Valve che, almeno in Asia, ha ceduto moltissimo terreno a VALORANT.


Quattro dei cinque membri provengono addirittura dallo stesso team di CS: MVP PK.

  • glow: il capitano della squadra, nonché il “vecchio” del gruppo (spente da poco 33 candeline). Kim Min-soo è lo stratega in VALORANT, specializzato in Omen.
  • rb: il duelist della squadra, specializzato in Jett e Raze. Goo Sang-Min ha vinto il titolo di MVP nella recente vittoria del Masters 1.
  • Zest: Kim Gi-seok è un altro giovincello (20 anni, rb ne ha 19 anni), specializato in Sova e Sage.
  • K1ng: diciannove anni ed un potenziale già fuori dal tetto. Lee Seung-won ha tutte le carte in regola per prendere per mano i Vision Strikers partita dopo partita, sulle ali del suo pocket pick, Killjoy.
  • stax: Kim Gu-taek è forse il miglior giocatore di Skye al mondo ma si destreggia benissimo anche con altri agenti.

Chi potrà fermare la streak dei Vision Strikers?

Volendo essere precisi qualche quintetto è già riuscito a fermare i Vision Strikers, ma non ad arrestarli del tutto. Come abbiamo anticipato, la streak di vittorie è puntellata, qui e lì, da qualche pareggio.

Tuttavia, nessun team asiatico è riuscito a sconfiggere glow e compagni in un match ufficiale. L’Occidente ci riuscirà? Molti analysts credono di sì. L’ultima parola, però, l’avrà il palcod: a maggio nella gelata Reykjavik la superpotenza coreana avrà la sua chance di estendere il dominio a tutto il mondo.

Sempre ammesso che qualcuno non li sconfigga prima!


Non rimane che aspettare i tornei di qualificazione per il Masters 2. I Vision Strikers riusciranno a mantenere intatta la streak? Scrivicelo qui sotto con un commento!

Quali squadre europee potrebbero sfidare i Vision Strikers in Islanda? Clicca qui per leggere l’articolo sul Masters 1 Europa!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.