Sparatutto Valorant

VALORANT – Situazione degli agenti: Chi è il prossimo personaggio?

Valorant Episodio 3

In un nuovo episodio di “Situazione degli agenti”, il team di sviluppo di VALORANT ha fatto luce sullo stato di forma dei personaggi del gioco, ma non solo.

Riot Games ha cominciato a preparare il terreno per il prossimo agente in arrivo, globalmente conosciuto con il nome in codice di Deadeye. Vediamo cosa è stato svelato a riguardo.

VALORANT – Agenti al centro del meta

Il meta di VALORANT è sempre in movimento e non solo a causa degli agenti. Le armi sono un aspetto fondamentale del gameplay e del bilanciamento del gioco e Riot Games ha dovuto mettere mano al costo e alla forza delle bocche da fuoco in più di qualche occasione.


Nonostante ciò, sappiamo bene che il focus della community e degli sviluppatori non si allontana mai troppo dagli agenti e dalle loro abilità.

Al centro dell’ultimo post del blog di VALORANT, c’è, guarda caso, Jett, la duellante regina. Il buff all’Operator della patch 3.00 l’aveva resa eccessivamente forte e Riot Games ne ha dovuto nerfare la fumogena e Ultima per compensare.

Riot Games continuerà a monitorarla da vicino per capire se avrà bisogno di ulteriori nerf per essere riportata al livello di altri duellanti.

Il team di sviluppo di VALORANT ha parlato anche di Skye, Kay/0 e Yoru. Per quest’ultimo, il discorso è piuttosto semplice: Riot sa che è ancora l’agente più scarso del gioco ma ha bisogno di più tempo per capire cosa fare. Skye, invece, rimane uno degli agenti più forti e versatili del gioco mentre Kay/0 ha bisogno di apparire più desiderabile.

Il gran finale, però, è quello che interessa a tutti. Riot ha svelato qualche dettaglio sul prossimo agente. Anzitutto, si tratta di un Guardiano (Sentinel).


Il team di sviluppo vorrebbe che si si concentrasse “su giocate tecniche e gunplay per un maggiore spettacolo.” Non è chiaro come questa definizione possa adattarsi bene al ruolo di Guardiano, forse quello meno offensivo e strettamente legato al gunplay di tutto il gioco ma Riot Games ha da sempre chiarito la volontà di rendere VALORANT un FPS prima che un class-based shooter.


Che forma avrà il kit del prossimo agente? Scrivicelo con un commento qui sotto!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.