Call of Duty Sparatutto

SBMM Warzone: Activision chiede la chiusura del sito

anniversario sbmm warzone

Gli avvocati di Activision Blizzard hanno richiesto la chiusura del popolare sito di statistiche SBMM Warzone, gestito da due giovani appassionati del BR di Call of Duty.

Il motivo? SBMM Warzone viola le regole e i termini di servizio di Activision. Una richiesta più che legittima, dunque, a cui i creatori del sito hanno risposto più con una preghiera che con una contromossa. Vediamo come si sviluppa la vicenda.

SBMM Warzone in chiusura?

Parlando di pilastri della community di CoD non si può non menzionare SBMM Warzone. Moltissimi giocatori del BR di Activision hanno fatto affidamento su questo sito di statistiche per tracciare le proprie partite, il K/D, il SBMM e infine “vantarsi” del proprio rank ufficioso con gli amici.


A modo suo, questo sito fan-made ha coperto le falle del gioco stesso, dando moltissimi strumenti utili ai giocatori che vogliono migliorare e lavorare sul proprio gameplay.

Negli ultimi giorni, però, è arrivata la brutta notizia, proprio dalla pagina ufficiale Twitter del sito. Activision ha bussato alla porta e ha chiesto di chiudere tutto. Secondo gli avvocati della casa di produzione americana, infatti, SBMM Warzone viola i termini di servizio.

La risposta di SBMM Warzone alla richiesta di Activision suona molto più come una preghiera: i ragazzi che gestiscono il sito, infatti, riconoscono di aver violato i termini di servizio ma chiedono ad Activision di diventare partner ufficiali per poter garantire la massima privacy ai giocatori che usufruiscono dei servizi del sito.

Famosi content creator come Drift0r e Vikkstar hanno commentato la notizia con dispiacere, sottolineando l’importanza che SBMM Warzone ha per l’intera community del gioco.

La palla torna dunque ad Activision. La casa di produzione americana potrà decidere di forzare la chiusura del sito, deludendo moltissimi giocatori che lo utilizzano giornalmente, od offrire una partnership a SBMM Warzone, rendendolo parte integrante dell’offerta di Call of Duty: Warzone.



Preoccupato per i cheater? Activision ha appena bannato un’intera ondata!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.