Overwatch Sparatutto

“It’s not coming home”: la sfida di Euro 2020 si sposta su Overwatch

euro 2020 overwatch league

Tutta Italia è pronta a sostenere la nazionale di calcio nella finale di Euro 2020 contro l’Inghilterra. La sfida ha attirato interesse da ogni angolo del globo anche grazie allo storico motto “It’s coming home” della nazionale inglese, alla ricerca del primo trofeo internazionale dopo un digiuno di 55 anni.

Anche il mondo esport ha voluto dire la sua. Durante una partita dell’Overwatch League tra Atlanta Reign e London Spitfire, il team inglese ha subito un colpo basso dalla squadra americana, proprio a tema Euro 2020.

Euro 2020: beffa agli inglesi nell’Overwatch League

In questi giorni di attesa per la finale di Euro 2020, tutto il popolo italiano sta maturando un po’ di sano odio verso i nostri prossimi rivali, gli inglesi. Le polemiche per il rigore contro la Danimarca in semifinale ci hanno infervorato e il supporto di moltissime altre nazioni, acerrimi nemici dell’Inghilterra in primis (vedi Galles e Scozia), ci galvanizza.


Nonostante ciò, era difficile pensare di poter trovare ostilità verso la nazionale inglese persino in un match dell’Overwatch League, la massima competizione dello sparatutto Blizzard.

Durante la sfida tra Atlanta Reign e London Spitfire (l’unico team inglese della lega), la squadra americana si è presa gioco degli Spitfire, evitando volontariamente di catturare il punto per terminare la mappa (come se un giocatore evitasse di spingere la palla in porta ad un passo dalla linea) e aggiungendo cinque parole che sicuramente non hanno fatto sorridere i fan inglesi.

Petja “Masaa” Kantanen, giocatore finlandese della squadra di Atlanta ha scritto nella chat di gioco “it’s not coming home”, sbeffeggiando il motto “it’s coming home” della nazionale inglese di calcio.

L’azione della squadra americana ha ovviamente suscitato un po’ di malcontento in parte della fanbase dei London Spitfire, non tanto per “it’s not coming home” quanto più per la decisione di non conquistare il punto come presa in giro della debolezza degli avversari.

In un’intervista post partita, Blake ‘Gator’ Scott, tank dei Reign, ha spiegato che la decisione è arrivata in seguito allo spawn camp iniziale della squadra londinese nella mappa di King’s Row ma ciò non ha placato gli animi dei fan inglesi.



It’s coming home or not? Scrivicelo qui sotto!

Rimanendo in tema sportivo, sai già dell’arrivo di LeBron James su Fortnite?

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.