Fortnite Sparatutto

Fortnite open world potrebbe essere il prossimo passo del metaverso di Epic

quest della guglia su fortnite open world

Un Fortnite open world? Da dove salta fuori questa novità? Andiamoci piano: non c’è ancora nulla di ufficiale. I documenti emersi dalla diatriba legale tra Epic Games e Apple hanno sì svelato piani sempre più grandi per Fortnite ma per poter parlare di un progetto reale dovremo ancora aspettare molto.

Nonostante ciò, molti giocatori hanno cominciato a chiedersi se Fortnite open world potrebbe davvero essere il gioco del futuro, nonché il completamento del sogno di Donald Mustard, mente creativa dietro lo storytelling del titolo di Epic.

Fortnite open world come il vero inizio del metaverso di Epic

Stiamo lanciando paroloni a destra e sinistra: Fortnite Open World, metaverso e chi più ne ha più ne metta. Fortnite non era quel semplice gioco tutti contro tutti in un’isola fantastica?


Sì, Fortnite è quel gioco e lo rimarrà ancora per molto tempo. Ma i progetti dei suoi creatori, Donald Mustard in primis, si spingono molto più in là. Partiamo dalla storia, il punto d’inizio del metaverso.

Se hai seguito lo sviluppo della trama di Fortnite in questi anni, potresti essere rimasto un po’ perplesso dall’avvicendarsi della storia. Prima dei timidi eventi interattivi come il Cubo, poi il Buco Nero, mostri giganteschi, esondazioni e l’arrivo di supereroi. Vista da fuori, la storyline di Fortnite è un bel casino, non ci sono dubbi.

Per molti giocatori, in fin dei conti, è solo uno sfondo: l’importante è buttarsi in-game e divertirsi, com’è giusto che sia. I creatori di Fortnite, però, promettono che c’è un filo conduttore, anche se il giocatore non lo vede, e che la storia sta prendendo sempre più vita all’interno del gioco stesso. Lo ha rivelato Donald Mustard, la mente creativa del titolo di Epic in un’intervista qualche tempo fa a The Verge.

epic games vs apple nineteen eighty fortnite
Fortnite ha persino portato la sua causa con Apple nel gioco! – Fonte (Epic Games)

Il mondo narrativo di Fortnite, dunque, è vivo e in continua espansione. Ma come si collega ai progetti per un Fortnite open world e persino un metaverso? Se non sai cosa sia quest’ultimo, pensa al mondo di Ready Player One. Se non hai visto il film, immagina un mondo virtuale interconnesso. Questo tipo di realtà è da sempre l’obiettivo finale di Epic Games e Fortnite ci arriva più vicino di ogni altro videogioco.

Come? Concerti in tempo reale, eventi giganteschi e crossover con brand e icone del mondo dell’intrattenimento. In un certo senso, Fortnite è un metaverso già adesso: è possibile acquistare skin e modelli di giochi diversi o film, così come assistere virtualmente a concerti ed eventi mastodontici. L’esperienza del gioco, insomma, non è solo il battle royale.


Qui arriva Fortnite Open World. Raccontare una storia e immergere il giocatore in un proto-metaverso è molto più facile se fatto all’interno di un gioco open world. Gli utenti non dovranno continuamente guardarsi dietro le spalle e potranno respirare l’atmosfera e l’universo di Fortnite a pieni polmoni. Lo storytelling del gioco sarà più evidente, chiaro e alla portata di tutti, mantenendo viva la tradizione di crossover e eventi con ogni tipo di forma di intrattenimento.


Se Fortnite vorrà veramente diventare un metaverso che attragga sempre più giocatori, qualche forma di open world è la strada maestra.

Basta con Fortnite open world, torniamo nel presente: sai già tutto sull’evento NBA?

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.