Fortnite Sparatutto

Fortnite: Moqii è la prima donna a vincere un torneo!

bus fortnite

Si scrive la storia nella community di Fortnite. In occasione di uno dei numerosi eventi di qualificazione alla Champion Series, Moqii Zoldyck, quattordicenne svedese, è diventata la prima donna a vincere una sessione delle succitate qualificazioni, entrando, di fatto, nella storia.

Che sia l’inizio di una serie di vittorie al femminile?

Fortnite: Moqii entra nella storia!

Se il buongiorno si vede dal mattino, Moqii ha una grande carriera davanti. A soli quattordici anni, la giovane ragazza svedese è riuscita a mettere in fila tutti i suoi rivali nell’evento di qualificazione alla Fortnite Champion Series.


Con ben 94 punti e tre vittorie reali, Moqii si è senza dubbio sudata la sua vittoria. Il secondo classificato, infatti, ha mancato la vetta per un solo punto, dando ancora più lustro al successo della ragazza svedese.

Moqii non è nuova alla scena competitiva di Fortnite. Sponsorizzata dal team Gen.G da febbraio, la giovane ragazza svedese gioca professionalmente da quando aveva 13 anni (minima età per competere ufficialmente sul titolo di Epic Games) e ha raggiunto ottimi risultati in eventi passati.

In questa qualificazione alla Champion Series, però, Moqii ha dimostrato di aver fatto il passo successivo, riuscendo a vincere l’evento.

Nella scena competitiva di Fortnite, per coloro che non sono familiari, un successo del genere non conta semplicemente come una qualificazione, ma come una vittoria di alto livello a tutti gli effetti.

Proprio per questo, Moqii, conscia del suo risultato, ha festeggiato la vittoria su Twitter, celebrandosi come “prima donna a vincere un evento”.


Con la miriade di tornei del titolo di Epic Games in tutto il mondo, Moqii non sarà probabilmente la prima donna che ne ha vinto uno, ma è senza dubbio quella che ha primeggiato nel più prestigioso.

La sua vittoria è un inizio importante per la community femminile di Fortnite, molto corposa e spesso bistrattata. Il titolo che ha rivoluzionato il mondo dei videogiochi ci regalerà la parità rappresentativa tra uomini e donne negli esport? Per il gioco di Epic Games nulla è impossibile.


Per non perdervi un secondo dei tornei ufficiali, seguite la pagina Twitter ufficiale.

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.