Call of Duty Sparatutto

Black Ops Cold War: le differenze con Bo4!

black ops cold war sfondo

Il multiplayer di Black Ops Cold War si è ufficialmente presentato al pubblico. Nella livestream del 9 settembre, Treyarch ha svelato i capisaldi dell’avventura multigiocatore del nuovo capitolo della saga di Call of Duty, non senza qualche innovazione importante.

Quali sono le differenze tra Cold War e il suo predecessore, Bo4? Tuffiamoci nell’evoluzione dello sparatutto Treyarch a distanza di due anni dall’ultimo capitolo.

Black Ops Cold War e Black Ops 4: diversi ma uguali

Black Ops Cold War è finalmente realtà. L’attesa cominciata quest’inverno, quando Activision svelò i prossimi sviluppatori di Cod, è terminata solo qualche giorno fa, con le prime immagini del multigiocatore del nuovo capitolo. La community è rimasta piacevolmente sorpresa dalle molte novità introdotte, soprattutto in merito alla fusione con Warzone.


Vedere le novità dietro uno schermo, però, non è come testarle in prima persona: per quanto possa aver impressionato il reveal di BOCW, joystick alla mano è sempre un’altra cosa.

Per comprendere meglio come dovrebbe fluire il nuovo gioco di Treyarch, quale miglior modo di compararlo al suo predecessore?

Movimento

In un gioco di Call of Duty ci sono alcune caratteristiche che definiscono irrimediabilmente la velocità del gameplay. La possibilità di fare doppi salti, scivolate e altri movimenti simili ne sono unesempio perfetto.

Black Ops 4 fu il secondo gioco a tornare con “i piedi per terra” dopo World War II dell’anno precedente ma mantenne gran parte dell’eredità di Black Ops 3: il gameplay era veloce e scattante, complice una scivolata piuttosto fluida e una corsa pressoché infinita.

La possibilità di guarigione quasi instantanea con gli stimolanti, inoltre, dava un’ulteriore marcia al gameplay e ai movimenti che i giocatori potevano fare.


Black Ops Cold War, pur mantenendo il “feeling” della serie Black Ops, si avvicinerà molto di più al secondo capitolo della saga più che al suo predecessore. La scivolata, così come il nuoto, ritorna ma la cura con gli stimolanti no.

Se siete degli amanti dei giochi frenetici, dunque, non aspettatevi la stessa velocità d’azione di Black Ops 4 ma neanche quella di World War II.

black ops cold war multiplayer angola
La mappa in Angola! – Fonte (Treyarch)

Equipaggiamento e classi

In merito al sistema di equipaggiamento, non ci sono troppe differenze. Black Ops Cold War introdurrà wildcardi più potenti, oltre a tutti gli accessori già visti in Modern Warfare ma non si libererà completamente dello scheletro che ha contraddistinto Black Ops 4.

La grande differenza, come menzionato, è l’assenza degli stimolanti come unico modo di curarsi, sostituito dalla rigenerazione progressiva della salute.

Le classi di Black Ops Cold War, inoltre, troveranno posto per i Field Upgrades, delle abilità con lunghi cooldown introdotte con MW e non presenti nel capitolo precedente della saga Black Ops.

Impossibile non menzionare l’annullamento del reset delle streak alla morte: un aspetto rivoluzionario non solo per la serie Black Ops ma per l’intero Call of Duty. Cold War sarà il primo a lanciarsi in questa avventura.

Time to kill e armi

Un altro fondamentale di ogni Call of Duty è il time to kill (tempo di uccisione), ovvero il quantitativo di tempo medio che serve per eliminare un avversario sparandogli. A seconda che questo sia basso (Modern Warfare) o alto (Black Ops 4), il gameplay del gioco cambia drasticamente.

Un time to kill alto permette al giocatore di reagire in tempo a nemici anche fuori dal suo campo di vista, invogliando così stili di gioco aggressivi e sfrontati.

Un time to kil basso, invece, penalizza i giocatori poco prudenti e premia chi mantiene bene la sua posizione.

Black Ops 4 aveva uno dei ttk più alti di sempre e il suo successore non si allontanerà tanto: il tempo di uccisione sarà più basso di Bo4 ma comunque alto se comparato, ad esempio a Modern Warfare.

Il setting del gioco, la Guerra Fredda, crea un’inevitabile distinzione tra la tipologia di armi di Bo4 e BOCW. Molto più moderne e futuristiche le prime delle seconde, con conseguenti effetti sul rateo di fuoco, la maneggevolezza e altri aspetti simili.

Specialisti/Operatori

L’ultimo punto di scontro tra i due titoli Treyarch sono gli specialisti/operatori. Grandi protagonisti di Black Ops 3 e 4, gli specialisti erano uno dei fiori all’occhiello di Treyarch ma non sono stati menzionati nel trailer di lancio.

Gli operatori, in cambio, hanno ricevuto l’attenzione degli sviluppatori e sembrano pronti a fare il passaggio da Modern Warfare a Black Ops Cold War.

Quel che è certo è che possiamo scordarci di Battery, Prophet e la compagnia di specialisti che aveva caratterizzato gli ultimi due titoli della saga Black Ops. Con loro, ovviamente, scompare anche la sfumatura di hero shooter che Call of Duty aveva acquisito.


Quali caratteristiche vi convincono di più? Preferite la frenesia e l’ambientazione semi-futuristica di Black Ops 4? O invece vi attira di più il tuffo nella storia di Black Ops Cold War? Diteci la vostra nei commenti!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.