Fortnite Sparatutto

Bambino di 8 anni entra in un pro team di Fortnite

bus fortnite

All’alba della Stagione 5 di Fortnite, il Team 33, organizzazione esport con sede a LA, ha annunciato l’ingresso in squadra di Joseph Deen, un giovane talento della scena competitiva del titolo di Epic Games.

Il problema? Joseph ha soltanto otto anni, una stranezza persino nel giovanissimo panorama di Fortnite.

Fortnite: un bambino di 8 anni entra in un team

Chi conosce anche solo superficialmente il mondo degli esports non è nuovo alla presenza di giovanissimi talenti sui palcoscenici più importanti della scena. Rekkles, giusto per citare un nome in tendenza, era molto conosciuto ben prima del raggiungimento del diciottesimo compleanno e Bugha, il primo campione del mondo di Fortnite, ha alzato la coppa a sedici anni.


L’ultima notizia proveniente dalla scena di Fortnite, però, ha raggiunto un nuovo record: come riportato da Darren Rovell, Joseph Deen, un bambino di otto anni, è entrato a far parte di un team professionistico, Team 33.

Joseph Deen ha ricevuto un bonus di 33 mila dollari e una nuova postazione gaming da ben 5 mila dollari.

Tyler Gallagher, co-fondatore del Team 33, ha dichiarato: “Abbiamo segretamente scovato talenti negli ultimi anni e siamo fieri di dare il benvenuto a Joseph nella rosa. Il nostro obiettivo era allenarlo negli ultimi due anni, perché i giovani giocatori sono il futuro e vogliamo cominciare ad allenarli fin da subito.”

La notizia non è giunta senza la sua giusta dose di critiche. Non ci soffermeremo sul piano legale ma secondo Ryan Fairchild, giurista specializzato nella scena esport, la squadra potrebbe aver usato delle scappatoie per registrare l’entrata in rosa di Joseph.

Sul piano morale, invece, diversi membri della community hanno fatto notare quanto una competizione professionistica non sia esattamente adeguata alla crescita di un bambino, per non parlare dei dubbi a livello di ritmi di allenamento, pressione psicologica e molti altri aspetti della preparazione professionistica.



Rimanete sintonizzati per ulteriori aggiornamenti: Joseph Deen è destinato a far parlare ancora di sé.

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.