News

Yoshiro Ono lascia Capcom dopo 30 anni!

yoshiro ono street fighter

Yoshiro Ono, il papà di Street Fighter, ha deciso di voltare la pagina più importante della sua vita dopo 30 anni. Tramite il proprio account di Twitter, infatti, il Produttore Esecutivo del picchiaduro bidimensionale più famoso di sempre ha svelato la decisione, già presa, di lasciare Capcom alla fine dell’estate.

Un vero e proprio fulmine a ciel sereno, che secondo molti è stato forzato dal successo, a tratti, ottenuto da Street Fighter 5.

Yoshiro Ono: “Grazie a tutti i giocatori che hanno supportato il brand”

A cavallo fra l’epico, e lo strappalacrime, il messaggio di addio a Capcom di Yoshiro Ono merita di essere tradotto, per tutti quelli che non masticano bene l’inglese. Già, perché il nipponico ha avuto il buon cuore di non postare su Twitter in giapponese, e allora posso mettermi all’opera:


Ecco una traduzione abbastanza libera e stringata, di tutto quello che ha scritto il Produttore Esecutivo di Street Fighter:

«Cari giocatori di Street Fighter e membri della community dei picchiaduro, nel 2020 sono successe molte cose inaspettate tra cui l’avvento del COVID-19, che ha colpito la salute delle persone di tutto il mondo. Prego per voi e spero che stiate tutti bene».

Finiti i preamboli, Ono è passato a uno degli argomenti più caldi online, tra quelli che lo riguardano: «È dalla Capcom Cup del 2013 che il Capcom Pro Tour è diventato un appuntamento fisso per la community. Sappiamo che molti ci hanno criticato per il format scelto per l’edizione di quest’anno, ma vi assicuro che abbiamo discusso a lungo per garantire alla community il miglior Capcom Pro Tour 2020 possibile».

Poi, il membro storico di Capcom è passato ai saluti, dedicano uguale spazio ai suoi fan e alle persone con cui ha lavorato dai primissimi Anni 90: «Ho lavorato al brand di Street Fighter per moltissimo tempo. Ci sono stati periodo buoni e periodi difficili, e il mio cuore è pieno di apprezzamento per tutti i giocatori che hanno continuato a supportarci nelle ultime tre decadi».

«Dopo 30 anni di lavoro nel brand Street Fighter, ho deciso di lasciare Capcom alla fine dell’estate – ha ufficializzato Yoshiro Ono – e questo significa che mi dimetterò da tutti i ruoli nella società, compresi quelli riguardanti SF. Ma non temete, perché lo staff che resterà avrà come unico compito quello di continuare a far crescere sempre di più Street Fighter, e di creare nuovi giochi straordinari».


«È molto difficile, per me, contattare tutte le persone con cui ho lavorato negli ultimi anni. E sfrutterò questo post proprio per ringraziare tutti, chiedendo loro comprensione per il mezzo che sto usando. Ma devo assolutamente ringraziare, di nuovo, anche tutti i giocatori che hanno supportato il mio lavoro, e quello del mio staff, per così tanti anni».

La chiusura del suo post è da lacrimuccia a rigare il viso: «Sono molto triste di non poter essere stato presente in ogni evento del 2020 per strillare SHORYUKEN con voi, quindi vorrei tanto che lo faceste ora, idealmente insieme a me, alla fine del post».

E allora non vedo alcun motivo per tirarci indietro: siete pronti a esaudire l’ultimo desiderio di Yoshiro Ono?

3

2

1

SHOOOOOOORYUKEEEEEEEN!!!!!!

Grazie maestro, sarà tutto diverso dopo il tuo addio.


Questa defezione, ai piani alti di Capcom, delinea sicuramente l’inizio di una nuova era. In particolare per il brand di Street Fighter. Non sarà affatto semplice sostituire un personaggio come Yoshiro Ono. Non soltanto per le sue conoscenze ma soprattutto per il carisma con il quale è sempre riuscito a tenere in pugno la community.

Hai strillato Shoriyuken per dargli il tuo personale addio? Rimedia subito se hai fatto finta di niente, altrimenti sei una brutta persona 🙂

Chi l'ha scritto?

Luciano Luca Grassi

Nonostante i 33 anni suonati, si sente ancora giovane. Quantomeno dentro. Fondatore e direttore di Nabbi.it, ama i GDR a turni e odia il click-bait. Non smetterà di lavorare fino a che non avrà coronato il suo più grande sogno: riportare il concetto del divertimento al centro del media videoludico.