News

Xbox Series X permette ai genitori di “spegnere” la console da remoto

parental control xbox series x cover

Xbox Series X ha un nuovo sistema di parental control. Infatti, ora i genitori potranno “kickare” i figli dalla console a distanza. Sì, non ci sarà nemmeno il tempo di salvare la partita!

Xbox Series X: niente più “spegni quel coso!”

Ti ricordi di quando i tuoi genitori urlavano “Spegni quel coso!” da un’altra stanza? Bene, ora non dovranno più farlo. Sì, ora potranno direttamente buttarti fuori dalla console, tramite il loro telefono! Tutto questo grazie al nuovo sistema di parental control implementato per la console di nuova generazione e non solo.

All’interno del post pubblicato sul sito ufficiale Microsoft, possiamo leggere che l’intenzione degli sviluppatori è quella di poter dare agli adulti ancora più controllo sulle console e piattaforme possedute. Infatti, ora è possibile controllare il tempo di pausa e monitorare le varie attività dei dispositivi firmati Microsoft, come lo è Xbox Series X.


Ecco cosa possiamo leggere all’interno del post: «Nonostante questa feature sia usata per dare forza agli adulti, così da chiedere in modo più forte di preparare la tavola o per assicurarsi che i propri figli e figlie facciano i propri compiti per casa, questa novità fa molto di più. Infatti, i genitori da ora in poi potranno bloccare la console, così che i propri figli non possano utilizzare la console fino al giorno successivo».

Dunque, ora i genitori avranno ancora più controllo su ciò che faranno i propri figli. Non è male come cosa, così i bambini non passeranno ore e ore a giocare, ignorando ciò che è decisamente più importante, come lo studio.

Sicuramente, i ragazzi non saranno contenti di questa novità di Xbox Series X e company, ma è un modo per far stare più tranquilli i propri genitori, che spesso non hanno controllo di ciò che fanno i loro figli tra le mura domestiche.


Tu che ne pensi? Facci sapere la tua con un commento qui sotto!

Chi l'ha scritto?

Angela Pignatiello

Classe '97. Nata e cresciuta con la Metal Gear Solid saga, amo giocare a quasi tutto ciò che mi capita sotto mano. Analizzo tutto ciò che avviene all'interno del mercato videoludico e il suo core: i videogiochi.