News

World of Warcraft abbandonerà i nomi legati agli sviluppatori accusati

sviluppo di wow

World of Warcraft segue le impronte di Overwatch. In seguito alle accuse di discriminazione e molestie sessuali all’interno del team di sviluppo di WoW, i creatori dell’MMO di Blizzard ha deciso di togliere ogni riferimento agli sviluppatori coinvolti nella vicenda dal gioco.

Non potrà certo cancellare la memoria dell’accaduto o i danni morali subiti dalle vittime di questa drammatica vicenda ma è già qualcosa.

World of Warcraft si distanza dagli sviluppatori accusati

L’ultimo mese di Blizzard e World of Warcraft è stato un incubo ad occhi aperti. L’azienda americana sembrava già annaspare nel mare di concorrenti e rivali ma alcuni giochi, WoW in primis, continuavano a guidare l’innovazione nel proprio genere.


Il colpo di grazia è arrivato con l’accusa di discriminazione e molestie sessuali che ha sconvolto Blizzard Entertainment. Non si potevano chiedere più attenzioni negative di così.

La prima mossa del team di sviluppo di WoW per risollevarsi è ovviamente il distanziamento dagli impiegati accusati dal dipartimento di Fair Employment and Housing della California. In un’intervista a PCGamer, un portavoce di Blizzard ha assicurato che “i riferimenti in-game a Jesse Mcree, Luis Barriga e Jon LeCraft saranno rimossi da World of Warcraft”.

Per citare un esempio, McCree, già in procinto di essere cancellato dalla storia di Overwatch con un cambio di nome per l’omonimo pistolero americano, ha dato il nome a cinque diversi NPC in WoW, oltre alla città di Mac’Aree in Argus.

Le modifiche ai riferimenti sbarcheranno sui server live con la prossima patch, in arrivo questa settimana. A differenza del team di Overwatch, però, i creatori di WoW non hanno annunciato la fine dei riferimenti a persone reali all’interno del gioco.

Speriamo che in futuro non siano costretti a rimuovere altri nomi dal mondo di WoW per tragedie avvenute nella vita reale!



Questa decisione ti convince? Scrivicelo qui sotto con un commento!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.