News

Ubisoft vittima di swatting

ubisoft-montreal-ostaggi swatting

Ubisoft ha rilasciato una dichiarazione dopo gli eventi di ieri, così da rendere chiaro tutto ciò che è successo, le dinamiche e, soprattutto, assicurare che tutti i dipendenti sono sani e salvi.

Ubisoft Montréal e la SWAT

Ubisoft Montréal, la sede canadese della software house, ha deciso di parlare su Twitter di ciò che è successo ieri sera (ora italiana), visto che alcuni suoni dipendenti sono stati “presi in ostaggio”. Per fortuna, tutto è andato per il meglio, con Ubisoft che ha ringraziato il Service de Police de la Ville de Montréal (SPM) che ha gestito la situazione nel migliore dei modi, così come hanno ringraziato i fan per il supporto.

La software house ha menzionato anche il “coraggio e la compostezza” del team, data la situazione pericolosa. Ma ciò che è importante, è certamente la sicurezza dei propri dipendenti, per la casa di sviluppo.


Tutto è iniziato con Ubisoft che sembrava essere vittima di un “attacco terroristico” o un’intrusione da parte di terzi. Infatti, tutti i dipendenti si sono nascosti sotto le scrivanie così da cercare di sentirsi al sicuro. Ma cos’è successo? Beh, sembra proprio che Ubisoft sia stata vittima di swatting.

ubisoft-montreal-ostaggi swatting
Fonte: LCN

Nel caso tu non sappia cosa sia, lo swatting è l’atto di chiamare la polizia, magari dicendo che in un certo luogo c’è un terrorista, così che vengano impiegate anche le forze speciali. Infatti, quando la SWAT è entrata nell’edificio, era alla ricerca di qualcuno, di una minaccia, che fortunatamente non è stata trovata.

Insomma, per fortuna tutto si è risolto per il meglio. Non ci resta che sperare che questi eventi non si ripetano più e che, nel caso si tratti davvero di swatting, la polizia riesca a identificare il mittente della chiamata e prendere provvedimenti per il procurato allarme.


Tu cosa ne pensi? Facci sapere la tua con un commento qui sotto! E se hai difficoltà su Watch Dogs Legion e Assassin’s Creed Valhalla, abbiamo le guide che fanno per te!

Chi l'ha scritto?

Angela Pignatiello

Classe '97. Nata e cresciuta con la Metal Gear Solid saga, amo giocare a quasi tutto ciò che mi capita sotto mano. Analizzo tutto ciò che avviene all'interno del mercato videoludico e il suo core: i videogiochi.