News Simracing

Riparte il CIN 2020/21, dove eravamo rimasti?

CIN 2020 21 Parata

Il CIN 2020/21 sta per ripartire dopo la pausa natalizia. Il Campionato Italiano Nascar eSport è nato alla fine degli anni ’90 sui simulatori Papyrus, ed è tornato prepotentemente alla ribalta sul celebre simulatore iRacing. Ormai arrivato alla quarta edizione, conta 52 piloti e 11 Team schierati in griglia. Per partecipare non occorre assolutamente far parte di un team, ma è possibile correre da indipendente, con la propria macchina (i modelli ammessi sono la Chevrolet Camaro ZL1, la Toyota Camry e la Ford Mustang) e i propri colori. Se vuoi approfondire l’argomento, leggi Il Regolamento ufficiale del CIN 2020/2021.

Se non sei un fan della categoria, non preoccuparti! Nascar è l’acronimo di National Association for Stock Car Auto Racing, dove la parola “stock” indica la derivazione di serie delle auto che partecipano a questo tipo di gare, prevalentemente su circuiti ovali. Le auto sono ovviamente elaborate, tuttavia elementi come la cilindrata e le gomme sono imposti dal regolamento e uguali per tutti i team partecipanti.

CIN 2020 21 Pace Car
Tutti dietro la Pace Car – Fonte (CIN)

Il format del CIN 2020/21 ricalca fedelmente quello della Nascar vera e propria: ha una Regular Season composta da 18 gare, le quali stabiliscono i primi dieci classificati. La top ten dei piloti della Regular Season viene ammessa ai Play Off, chiamati PlayOff10. Gli ultimi tre vengono eliminati e i superstiti passano al Round of 7, dal quale usciranno i primi quattro che si giocheranno il titolo al Final 4 Championship.


Il CIN 2020/21 è apertissimo e si prennunciano giorni di tuono

Dopo 10 delle 18 gare in programma, la classifica della Regular Season sembra abbastanza delineata, ma la particolare formula del CIN 2020/2021 rende il tutto decisamente appassionante. Se è vero che i primi cinque piloti hanno segnato un solco importante rispetto agli altri, è altrettanto vero che nelle retrovie se le danno di santa ragione. Il tutto aggiunge pepe alle corse, rendendole avvicenti e mai scontate, esattamente quello che gli appassionati della categoria hanno sempre voluto (in America la Nascar è seconda solo alla NFL come bacino di ascolti – NDR).

CIN 2020 21 partenza
I piloti del CIN – Fonte (CIN)

La classifica del CIN 2020/21 è quindi divisa in due tronconi, con i cinque piloti di maggior esperienza a fare da lepri rispetto al resto dello schieramento, tuttavia in ottica Play Off stabilire un possibile vincitore è attualmente impossibile. I primi cinque sono racchiusi tutti in 43 punti, basta un calo di rendimento di chi è davanti o uno step di messa in punto in più di chi è dietro, per rimescolare le carte. In ottica squadre, gli Hot Pistons dopo un avvio di stagione con la miscela troppo grassa, sono davanti con 27 punti di vantaggio sugli ABS, assoluti dominatori delle prime quattro gare.

Se vuoi farti un’idea dell’attuale Top Ten, eccola qui:

  • 259 Niccolò Cedrati (Team Hot Pistons)
  • 237 Marco Iaffaldano #97 (Team ABS)
  • 236 Matteo Bortolotti #66 (Team Hot Pistons)
  • 234 Antonio Miccolis #83 (indipendente)
  • 216 Alessio Fabbri #2 (Team ABS)
  • 169 Fabrizio Ugolotti #68 (Team Hot Pistons)
  • 154 Francesco Bartelloni #43 (ABS)
  • 148 Mauro Belloli #58 (Team CuBe Competizioni)
  • 142 Vincenzo Acquaviva #37 (Team ABS)
  • 133 Cesare Di Emidio #8 (indipendente)

Il CIN 2020/21 al giro di boa con l’incognita Miccolis

Analizzando le statistiche del CIN 2020/21, non si può far a meno di notare i risultati di Antonio Miccolis, il Campione uscente. Il pilota di Putignano, al volante della sua Ford Mustang nero verde numero 83, è attualmente il detentore del maggior numero di vittorie e di pole position, tuttavia è quarto in classifica. Questo non fa altro che aggiungere merito agli altri piloti e a confermare l’alto livello ormai raggiunto dal campionato. Niccolò Cedrati con 259 punti è capo classifica ma con sole 3 pole position e 3 vittorie, sottolineando una costanza di rendimento maggiore.

CIN 2020 21 pit lane
Ingresso in Pit Lane per la Ford Mustang – Fonte (CIN)

A pesare sul bilancio della prima parte di stagione di Miccolis, è sicuramente la ventiseiesima posizione della gara di apertura (Daytona 250), la diciassettesima di Autoclub 200 e la quattordicesima di Chicagoland. Nelle altre gare, balzano agli occhi i tre appuntamenti con pole position e vittoria e l’incredibile successo alla Charlotte 300, in rimonta dalla casella numero 10 (se vuoi saperne di più, noi di Nabbi abbiamo fatto il recap dell’evento). L’impressione è che se il week end di gara gira bene, l’83 sia ancora l’uomo da battere, anche se un po’ più di costanza lo aiuterebbe senz’altro. Quel che è certo, è che il Miccolis visto nell’ultima gara prima della sosta, fa senz’altro paura in ottica Play Off.


CIN-2020-21-Miccolis-bomboloni
Antonio Miccolis e la sua Ford Mustang – Fonte (CIN)

La prossima gara sarà sul leggendario tracciato di Pocono (Pennsylvania – NDR), soprannominato dagli appassionati “The Tricky Triangle” per via delle tre curve molto diverse tra loro e tecnicamente impegnative. Un errore a Pocono può costare carissimo, quindi i piloti saranno chiamati a dimenticarsi panettoni e spumante e a tenere alta la concentrazione. Per i più curiosi, il record della pista della NASCAR in gara appartiene a Rusty Wallace, alla velocità media di 233,181 km/h.

Signore e Signori, accendete i motori!


Seguirai anche tu i ragazzi del CIV 2020/21? Faccelo sapere qui sotto o sui social!

Chi l'ha scritto?

Fabrizio Bianchini

Nabbo da una vita senza saperlo. Amante dei racing game, nintendiano convinto e appassionato di musica anni '80.