News

Quali sono i 10 team esport con più valore al mondo?

100 thieves call of duty esport

Il 2020 è stato un anno difficilissimo per tutti i settori dell’intrattenimento, esport compresi. Le valutazioni di alcuni tra i team più famosi del mondo ne hanno risentito a causa dell’assenza di competizioni LAN, per la cancellazione di molti eventi e per la generale crisi economica.

Seguendo la lista generata da Forbes, oggi scopriamo quali e quanti team hanno perso terreno in questo sventurato 2020 e quali, al contrario, sono riusciti a risalire la classifica contro ogni pronostico.

100 Thieves e FaZe tra i migliori team esport dell’anno

La fama di Forbes la precede: una delle riviste americane più influenti e un punto di riferimento per il mondo dell’economia. Dal 2018, ha cominciato a stilare annualmente la classifica dei dieci team esport con più valore al mondo e attira sempre più interesse anche all’interno del mondo videoludico stesso.


Quest’anno la top 10 è stata inequivcabilmente influenzata dalla pandemia globale che ha colpito ogni angolo della Terra. Il settore esportvideogiochi si può ritenere tutto sommato fortunato ma la cancellazione di moltissimi eventi (come la Fortnite World Cup) ha avuto comunque un impatto considerevole.

Ecco la top 10 di Forbes (tra parentesi il rapporto con l’anno precedente):

  1. TSM: $410 million (+3%)
  2. Cloud9 $350 million (-13%)
  3. Team Liquid: $310M (-3%)
  4. FaZe Clan: $305M (+27%)
  5. 100 Thieves: $190M (+27%)
  6. GenG: $185M (-)
  7. Enthusiast Gaming: $180M (-)
  8. G2 Esports: $175M (+6%)
  9. NRG Esports: $155M (+3%)
  10. T1: $150M (-)

TSM, Cloud 9 e Team Liquid mantengono la vetta: questi tre team nordamericani sono i veri giganti dell’ambito competitivo occidentale. Con propaggini in quasi ogni titolo di successo e ogni angolo del globo e guidate dalle rispettive fanbase di LoL, le prime tre squadre della lista sembrano destinate a rimanere lì in alto per un bel po’ di tempo.

Poco dietro, però, le nuove leve si preparano al sorpasso: FaZe Clan e 100 Thieves, fondati su un modello di business parzialmente diverso, hanno trovato grande slancio anche durante la pandemia. Le due squadre rossonere, infatti, continuano a generare fatturato grazie al fortissimo legame con il mondo dell’intrattenimento e al numero di streamer di rilievo che tengono sotto contratto. In un anno in cui gli introiti dalle diverse scene competitive sono scesi, streaming e merchandising si sono rivelati un punto di forza unico.

FaZe Ben Simmons
Ben Simmons, giocatore dei Sixers in NBA, è parte del gruppo d’investimento dei FaZe! – Fonte (FaZe Clan)

I limiti della classifica di Forbes

Non tutte le figure di rilievo dell’esport business hanno sorriso alla Top 10 di Forbes, per diverse ragioni: molti analisti hanno sottolineato l’eccessivo focus sui team americani (nella top 10 ci sono solo due team coreani e neanche uno cinese) mentre il CEO degli Envy ha criticato il metodo della rivista americana.


La completa assenza della Cina dalla Top 10 è effettivamente un segnale d’allarme: è risaputo che il mercato cinese è il più florido di tutto l’universo esport, soprattutto in tema League of Legends, l’unico titolo che è riuscito ad organizzare un evento di alto livello dal vivo nel 2020 (indovinate un po’ dove, in Cina).

Sorprende anche l’assenza di rappresentanti del mercato mobile, in continua crescita soprattutto in Asia.

Adam Rymer, CEO del Team Envy, ha invece sottolineato le difficoltà metodologiche di una ricerca accurata, bollando sostanzialmente quella di Forbes come imprecisa. La sua azienda, infatti, non è stata contattata dalla rivista americana che ha optato dunque per una ricerca senza informazioni dirette dai team. Il CEO ha in seguito evidenziato i grandi miglioramenti e successi della sua azienda nel 2020: un titolo nella Call of Duty League, diversi successi in altri esport e l’investimento di Post Malone.

Agli occhi della redazione di Forbes, non abbastanza per meritarsi un posto nella Top 10 magari ai danni di Enthusiast Gaming, parent company di Luminosity e due team di CDL e OWL, proprio come gli Envy.


Concordate con la classifica? Fatecelo sapere con un commento!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.