News

Lost Away è il nuovo survival ambientato in terre aliene

Lost Away Logo

Lost Away ci porta con sé nello spazio e, più precisamente, su un pianeta alieno! Impersonando l’unico sopravvissuto di un incidente spaziale, dovremo sopravvivere alle ostilità e sfidare la natura, mentre esploriamo il mondo in questo survival in prima persona.

Saremo noi, infatti, i protagonisti di questo nuovo gioco. Tra misteri, animali pericolosi, esplorazione e altro, dovremo cercare di superare ogni ostacolo senza alcun aiuto esterno. E tutto nella speranza di poter tornare a casa! Ma vediamo insieme cosa ci offre Lost Away 🙂

Lost Away si mostra con un trailer d’annuncio ricco di informazioni!

Lost Away è un gioco indie in prima persona, ambientato in un mondo alieno che testerà le nostre capacità di sopravvivenza nell’anno 2150. Si tratta del secondo titolo dello studio di produzione S2 Games, fondato nel 2019. Lo stile di questo survival, per certi versi ricollegabile a No Man’s Sky, ci viene mostrato dal trailer di annuncio. Te lo lascio qui sotto, così puoi guardarlo per bene!


Grazie ai nostri colleghi di IGN che ci forniscono il video!

Se hai visto tutto il video, allora avrai già un’infarinatura generale di quello che è Lost Away. Per prima cosa, la cinematica iniziale ci mostra come siamo finiti, da soli, senza scorte o strumenti, su un pianeta alieno. Dal trailer vediamo, infatti, come la navicella su cui ci trovavamo abbia avuto uno strano incidente. Una cosa tira l’altra ed eccoci su un mondo totalmente sconosciuto come unici sopravvissuti… e senza ossigeno!

La mancanza di aria sarà, infatti, la primissima sfida che dovremo affrontare giocando a Lost Away. Certo, sempre che anche a te piaccia respirare! Fortunatamente, saremo circondati dalla fauna e flora extraterrestre e molte creature, o organismi, offriranno sia ossigeno sia il nutrimento necessario per sopravvivere. Ci tocca solo riconoscerle e sfruttarle al meglio!

Sei un Nabbo? Allora devi fare due cose: la prima è non preoccuparti. E la seconda? Leggere le nostre Guide per Nabbi!

Ma si tratta pur sempre di un survival di esplorazione, perciò prendi più che puoi dai resti della navicella e addentrati nella natura del pianeta! Esplorandolo, il vasto mondo di Lost Away ci offrirà la possibilità di sfruttare ciò che ci circonda. Per esempio, potremo trovare piante selvatiche da utilizzare come nutrimento. Sarà possibile creare anche il nostro orticello!

Oltre alla flora, possiamo concentrarci anche sulla fauna: sarà possibile incontrare numerose bestie selvatiche che potranno essere amichevoli e addomesticabili. Non mancheranno anche quelle pericolose, perciò dobbiamo stare attenti ed essere pronti a tutto!

animale lost away
Mi ispira un cane alieno, o qualsiasi sia l’equivalente dei cani per gli alieni! – Fonte (Steam)

E quale modo migliore per rimanere al sicuro, se non quello di costruire una nostra base permanente? Ovviamente, col passare del tempo, avrai bisogno di un tetto sotto cui vivere, dove poter passare la notte e iniziare l’orto di cui parlavo prima (Minecraft, sei tu?).


Quindi, ci tocca conservare le scorte e prepararci a costruire una casa, il tutto partendo da un semplice martello e da uno strumento al plasma. Un gioco da ragazzi! E chissà, forse riusciremo anche ad aggiustare la navicella distrutta e tornare sulla Terra. Mi piacerebbe scoprire i segreti dietro all’incidente iniziale, ma anche il volto del nostro mondo nel 2150.

In conclusione, Lost Away sembra essere un gioco piuttosto solido per una compagnia così nuova (ti lascio il link al sito della S2 Games se vuoi più dettagli). Di certo non ci lascerà con le mani in mano: avremo molto da fare su questo misterioso pianeta! Tra esplorazione, crafting, la costruzione della base e altro ancora, saremo impegnati per un bel po’ di tempo!


Cosa ne pensi di Lost Away? Fammelo sapere con un commento qui sotto, o sui nostri social!

Chi l'ha scritto?

Angelica Sorrentino

I Pokémon mi hanno introdotto al mondo dei videogiochi quando avevo solo 6 anni. Da lì è stato tutto in discesa! E ora mi trovo qui. Tra una lezione e l'altra scrivo riguardo una delle mie più grandi passioni. Non male ;)