News

Lin Qi numero 1 di Yoozoo muore avvelenato il giorno di Natale

Lin Qi Yoozoo morte

Il fondatore di Yoozoo è morto per avvelenamento il giorno di Natale. Lin Qi si era recato in ospedale al sopraggiungere dei sintomi e, dopo un iniziale miglioramento, le sue condizioni sono precipitate. Sembra sia stata fatale una tazza di té Pùer, bevanda tipica cinese corretta con del veleno. Le indagini condotte dalla polizia di Shanghai sembrano aver già portato a interessanti sviluppi. Cosa ne sarà adesso di Yoozoo e dell’impero del magnate cinese? Proviamo a scoprirlo!

L’impero di Lin Qi, dalla fondazione di Yoozoo a Game of Thrones

Lin Qi è il ritratto dell’imprenditore partito dal nulla, e che ha scalato la vetta del successo. Ha fondato Yoozoo nel 2009, con il motto “Inspire your dreams“, frase che mai come ora risulta beffarda. Morire ad un banchetto natalizio dopo aver bevuto del tè, ricorda molto la fine di Re Geoffrey di Game of Thrones. La celebre saga infatti, è stata il cavallo di battaglia che ha portato Yoozoo alla definitiva consacrazione nell’Olimpo delle software house. Il videogame in questione è “Game of Thrones: Winter is Coming” e, se te lo sei perso, si tratta di un browser game molto interessante.

Yoozoo GOT
Il gioco di Game of Thrones di Yoozoo – Fonte (Yoozoo)

La Hurun China Rich List ha inserito Lin Qi tra i magnati più ricchi della Cina, con un patrimonio stimato in poco meno di 7 miliardi di yuan (poco superiore al miliardo di dollari) a soli 39 anni. La grande abilità del magnate è stata quella di intuire ben presto la potenzialità dei browser game. Ti dice niente League of Angels? Nel 2014 è stato uno dei migliori giochi di facebook. Yoozoo è attualmente valutata 2,2 miliardi di dollari. Attualmente l’azienda di intrattenimento si è affacciata in ambito cinematografico, lavorando all’adattamento per Netflix della triologia di romanzi di fantascienza “Il problema dei tre corpi“, dell’autore cinese Liu Xicin.


Yoozoo osservata speciale dal governo di Pechino

La gestione finanziaria della Repubblica Popolare Cinese è radicalmente cambiata da qualche anno. L’agenzia di stampa Xinhua, controllata direttamente da Pechino, ha chiarito da tempo che il governo non avrebbe più tollerato fuoriuscite di grossi capitali. Yoozoo è un’azienda che ha il suo core business nell’intrattenimento, uno dei più osteggiati assieme a cinema, sport e immobiliare. Questi settori sono stati per anni meta di investimenti considerati “irrazionali” dal governo cinese e, la paura di perdere il controllo di questi capitali, ha portato Xi Jinping (Presidente della Cina – NDR) e i suoi ministri a porre vincoli piuttosto restrittivi.

Lin-Qi-Yoozoo-CEO
Lin Qi scomparso a 39 anni – Fonte (101 Biography)

Di fatto, un imprenditore cinese non può più investire come un tempo in settori considerati futili o di scarso interesse, anche perché le riserve interne della Repubblica Popolare, stanno infatti calando. Stando al China Economic Weekly, famoso giornale nazionale di settore, Lin Qi potrebbe essere stato avvelenato da Xu Yao, Responsabile della produzione cinematografica di Yoozoo e in rotta con il Presidente. Al momento non ci sono informazioni certe, si parla addirittura di tetrodotossina, (veleno contenuto nel pesce palla – NDR) ma sembra che la polizia di Shanghai abbia posto in stato di fermo il sospettato.

Appena circolata la notizia della morte di Lin Qi, molti fan gli hanno dedicato poesie e calligrafie, entrambe grandi passioni dell’imprenditore cinese. Il futuro di Yoozoo è al momento un grosso punto interrogativo, anche se l’azienda stessa ha già comunicato di essere alla ricerca del sostituto di Qi. A proposito di giochi mobile, hai visto l’ultima novità di cui abbiamo parlato noi di Nabbi?


Che idea ti sei fatto sulla vicenda? Lin Qi è davvero stato avvelenato da una serpe in seno per “differenze di vedute lavorative” oppure c’è dell’altro? Faccelo sapere qui sotto o su Facebook!

Chi l'ha scritto?

Fabrizio Bianchini

Nabbo da una vita senza saperlo. Amante dei racing game, nintendiano convinto e appassionato di musica anni '80.