News

IeSF e WESCO diventano partner: l’unificazione del mondo eSport è più vicina

wesco iesf logos

Mentre si fatica a trovare una data per far ripartire lo sport reale in tutto il mondo, quello virtuale continua a fare passi avanti verso l’accettazione globale. Qualche giorno fa IeSF e WESCO hanno siglato una partnership. E l’unione dell’eSport mondiale è sempre più vicina.

Allenati per le Olimpiadi: non sto scherzando!

Il riconoscimento degli sport elettronici come disciplina sportiva è uno degli obiettivi principali delle due organizzazioni: “WESCO sin dalla sua fondazione ha mirato a promuovere standard, regolamenti e modelli aziendali e operativi per tutte le organizzazioni – ha spiegato il presidente Daniel Cossi – ma anche a riunire il lato privato e quello no profit. Con i nostri programmi sociali ed educativi, ora insieme a IeSF siamo fiduciosi che faremo la storia e lasceremo un grande passo in avanti”. 

Ora c’è più lavoro anche per Federesports!

Il partner per l’Italia del World Esport Consortium è Federesports: “Proseguiremo il percorso, iniziato da tempo, di unione fra i vari stakeholders perché è necessario per tutto il mondo degli e-Sports – ha dichiarato il Segretario Nazionale Maurizio Miazga – e proseguiremo con entusiasmo il percorso che vuole portare al riconoscimento degli sport elettronici da parte del CONI e del Ministero Politiche Giovanili e dello Sport. Un ringraziamento particolare va ai due presidenti Vlad Marinescu di IeSF e Daniel Cossi di WESCO che hanno lavorato per arrivare a questa pietra miliare per tutti i veri sportivi”.


logo federesports

E non è un caso che il 14 maggio Federesports abbia siglato anche una partnership con l’Osservatorio Italiano Esports. Unito all’entrata in WESCO, IAKS (organismo tecnico riconosciuto dal CIO Comitato Olimpico e dal Paralimpico Internazionale) e all’accordo con la Federazione Italiana Cronometristi, non si può proprio dire che non stiano combattendo per portare gli sport elettronici alle Olimpiadi!


Difficile riuscirci per l’anno prossimo, ma il sogno eSport alle Olimpiadi, prima o poi, diventerà realtà! Scegliereste FIFA o PES per rappresentare il calcio? Parliamone sui social!

Chi l'ha scritto?

Luciano Luca Grassi

Nonostante i 33 anni suonati, si sente ancora giovane. Quantomeno dentro. Fondatore e direttore di Nabbi.it, ama i GDR a turni e odia il click-bait. Non smetterà di lavorare fino a che non avrà coronato il suo più grande sogno: riportare il concetto del divertimento al centro del media videoludico.