News

Google Stadia: lo spettro di una nuova causa legale!

google stadia madden NFL21 erba strisce pallone

Google Stadia sembra proprio non riuscire a decollare. Un tribunale federale di New York ha, infatti, accolto l’azione legale di alcuni consumatori, secondo i quali Google avrebbe sovrastimato la qualità del servizio 4K. Non si tratta assolutamente di qualcosa di nuovo, ma questa ennesima battuta di arresto rischia seriamente di minare la credibilità della console in cloud più famosa del mondo. Vediamo insieme di cosa si tratta!

Google Stadia sta truffando i consumatori?

Google Stadia non è la supercar che l’azienda millanta. Richard Leadbetter (Digital Foundry – NDR) aveva già riscontrato nel 2019, grazie a benchmark molto accurati, che il servizio fornito avesse prestazioni ben al di sotto di quanto dichiarato. Se è vero che la pubblicità è l’anima del commercio, è altrettanto vero che ci sono di mezzo dei soldi, molti soldi.

La causa legale che vede protagonista Google Stadia, per l’appunto, si basa sulla tesi secondo la quale i dati sulle prestazioni della piattaforma siano stati appositamente gonfiati, con lo scopo di incrementare il numero di abbonamenti. L’azienda, inoltre, non ha mai rivelato quante sottoscrizioni siano state vendute, dimostrando ben poca trasparenza.


google stadia giochi Fifa 21
Stai aspettando anche tu nuovi titoli su Stadia? – Fonte (Google Stadia)

L’aver postato un tweet sul profilo di Google Stadia in merito ai requisiti per Red Dead Redempion 2, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso: affermare che il gioco girasse comunque in 4K a 60 fps, anche con connessioni a bassa velocità, equivale a dichiarare il falso. L’azienda ha poi rimosso il post, ammettendo (secondo i legali) di aver avuto un approccio troppo ottimistico che ha fuorviato i consumatori.

Su Google Stadia emergono dettagli preoccupanti

Se stai pensando che Google Stadia sia vittima della classica azione legale basata sul nulla, stavolta potresti rimanere deluso: le prove ci sono eccome! Le accuse ai danni dell’azienda sono pesanti, anche perché sembra proprio che a Mountain View abbiano iniziato a fare “silenziosamente” marcia indietro. Ti ricordi le scritte in piccolo che trovavi sul sito di Google Stadia, dove si dichiarava l’indisponibilità del 4K solo con connessioni lente? Bene, sono state rimosse.

google stadia ispettore gadget personaggi lente torcia bomba
Il Disclaimer di Google Stadia si autodistruggerà! – Fonte (DiC Entertainment)

A questo proposito, è sufficiente fare qualche ricerca su internet, per trovare articoli e pubblicità che parlano di Google Stadia come di un prodotto rivoluzionario, in grado di far giocare tutti in 4K a 60 fps senza alcun supporto fisico. Grazie a questi dati mirabolanti, i giocatori acquistano un prodotto che poi si rivela essere tutt’altro. É come se domani andassi a comprare una Ferrari e scoprissi, una volta tornato a casa, che di Ferrari hai soltanto la carrozzeria ma che tutto il resto è poco più di un’accattivante berlina.

L‘azienda non ha ancora replicato alle accuse. Ma mi raccomando, non ti demoralizzare! Nell’articolo sui cento giochi in arrivo su Google Stadia, abbiamo parlato di un sacco di novità che andranno ad ampliare la libreria giochi. Non so dirti con certezza quali saranno le conseguenze di quest’azione legale, ma resta il fatto che stavolta il colosso californiano dovrà dare più di una spiegazione. Riuscirà Google a uscirne indenne come in passato?


Sei d’accordo con quest’azione legale? Diccelo nei commenti qui sotto! Per qualsiasi ulteriore informazione, ti consiglio di seguire il sito ufficiale di Google Stadia.


Chi l'ha scritto?

Fabrizio Bianchini

Nabbo da una vita senza saperlo. Amante dei racing game, nintendiano convinto e appassionato di musica anni '80.