News

Ghost of Tsushima Legends: nabbo? Ecco qualche consiglio

ghost of tsushima legends guida

Ormai Ghost of Tsushima Legends è arrivato sulle nostre PlayStation 4 da un po’, ma alcuni sembrano aver difficoltà a progredire in questa nuova avventura multiplayer del titolo di Sucker Punch. Sei fra questi? Non preoccuparti, ci pensiamo noi!

Ghost of Tsushima Legends è strategia

Prima di tutto, se durante la campagna base di Ghost of Tsushima si veniva aiutati da qualcuno, in Ghost of Tsushima Legends il gioco di squadra è vitale per la sopravvivenza. Dunque, conviene giocare con qualcuno con la quale tu possa effettivamente comunicare.

ghost of tsushima legends come attivare co-op
Quale classe hai scelto? – Fonte (Sucker Punch)

Ma non solo, proprio per la natura “team-based” della modalità, bisognerà necessariamente avere una squadra che sia abbastanza variegata, visto che ogni classe avrà le sue abilità e caratteristiche. Per fare un esempio, citando direttamente gli sviluppatori del gioco: il Samurai sarà colui che andrà di duello, ingaggiando il nemico.


E per quanto riguarda le altri classi? Beh, il Cacciatore è il personaggio che utilizzerà le alture come posizione di vantaggio, mentre il Ronin è quello che ridarà vita al team, vedilo un po’ come l’healer anche se è capace di menare le mani esattamente come tutti gli altri. La classe che, invece, deve assolutamente evitare il confronto “testa a testa” è l’Assassino, perché lui avrà il “compito” di ferire i nemici più forti, ma alle spalle.

Conosci il tuo nemico, conosci il terreno

Uno dei fattori determinanti che può fare la differenza tra vittoria e sconfitta è, certamente, la conoscenza della mappa che si sta calpestando. Inoltre, esattamente come Jin Sakai, ci si potrà muovere relativamente agilmente all’interno dell’area di gioco, ma a differenza del “gioco base”, non ci sarà danno da caduta.

In poche parole, ti potrai divertire a scalare montagne, arrampicarti con il rampino e tutto il resto senza aver paura di morire, dunque, sperimenta! Così da poter imparare la strada più breve per raggiungere il punto da te desiderato.

Strategia per i punti di difesa


Tu e i tuoi compagni samurai avrete maggiori possibilità di vittoria se lavorerete in coppie (nelle missioni survival). Sì, perché nel caso si dovesse perdere un punto di controllo (o di difesa), si otterrà un malus alla salute generale del gruppo, quindi, non mollare mai un punto. Inoltre, ricorda sempre che il quinto round sarà un’ondata di boss, e vincerla significherà riottenere il controllo di tutte le aree di difesa.

Ma non solo, ricorda anche che ci sono anche degli obiettivi bonus, e che ogni singola mappa ha un tempio. Specialmente questi ultimi luoghi sono molto utili, perché permettono di comprare dei “doni”. Attenzione! Solo un giocatore dei quattro potrà acquistare dei doni. Una volta eseguito l’acquisto, inizierà un cooldown, quando questo raggiungerà lo zero, allora si potrà ritornare al tempo per un nuovo dono.

ghost of tsushima legends guida
Hai trovato Gyozen, il cantastorie? – Fonte (Sucker Punch)

Dunque, si potrebbe dire che Ghost of Tsushima Legends non è il solito titolo in cui si viene gettati nell’azione e basta, ma bisognerà applicare delle semplici strategie per ottenere una vittoria assoluta contro i demoni che sono proposti in questa modalità online creata da Sucker Punch.

Ricordiamo che l’ottenimento di questa nuova modalità di gioco è completamente gratuita per coloro che hanno il gioco base, ma ovviamente per creare la sessione di gioco online ci sarà bisogno di un abbonamento PlayStation Plus attivo. Nel caso non ti compaia l’aggiornamento, ricorda che puoi “forzarlo” premendo il tasto Options sul titolo mentre si all’interno dell’XMB (la dashboard) di PlayStation 4, e selezionando “verifica aggiornamento”.


Cosa ne pensi di questi consigli? Li reputi utili? Credi che abbiamo saltato qualcosa? Facci sapere la tua scrivendo un commento qui sotto, nel box dei commenti!

Chi l'ha scritto?

Angela Pignatiello

Classe '97. Nata e cresciuta con la Metal Gear Solid saga, amo giocare a quasi tutto ciò che mi capita sotto mano. Analizzo tutto ciò che avviene all'interno del mercato videoludico e il suo core: i videogiochi.