News

I fan di Starfield hanno paura che sarà come Cyberpunk 2077

starfield gameplay alpha

Phil Spencer sta cercando di placare gli animi dopo il rinvio di Starfield, visto che tantissimi ora iniziano a sentire “puzza di Cyberpunk 2077”. Esattamente, hanno semplicemente paura che questo nuovo titolo possa essere un nuovo Cyberpunk 2077, il quale ha traumatizzato il mondo videoludico con una serie di rimandi, e una volta che il titolo è arrivato sugli scaffali, non era esattamente ciò che molti si aspettavano. 

Il capo di Xbox, Phil Spenser, ha deciso di scendere in prima linea e cercare di dare una mano allo studio che ha acquistato, Bethesda. Anche perché bisogna ricordare che anche Redfall ha subito un rinvio, quindi sono tantissimi i giocatori che ora sono in attesa. Non solo, è un fallimento per Microsoft Xbox, dato che sembra proprio che non ci saranno esclusive per quest’anno. 

Starfield fa tremare i giocatori

Che un titolo venga rimandato non è cosa nuova nel mondo videoludico, ma ovviamente generano un’ondata di delusione in chi non vede l’ora di mettere le mani sul nuovo gioco. Durante il corso della settimana, Bethesda ha annunciato il rinvio di due titoli: Starfield e Redfall, rispettivamente nelle mani di Bethesda Games Studio e Arkane. 


starfield rinviato al 2023
La paura diventa sempre più tangibile, tu che ne pensi? – Fonte (Microsoft Xbox)

Perché i giocatori si sono arrabbiati? Beh, principalmente perché Xbox ha detto durante lo showcase estivo dell’anno scorso che sarebbero arrivati entrambi nel 2022, ma così non sarà. Questi due giochi hanno un ruolo fondamentale nella “lotta” tra Xbox e PlayStation, perché sarebbero i primi due titoli Bethesda a non arrivare su PlayStation. Non solo, saranno disponibili su Xbox Game Pass dal day one. 

Sei un Nabbo? Allora devi fare due cose: la prima è non preoccuparti. E la seconda? Leggere le nostre Guide per Nabbi!

Ma con il rinvio di Starfield e Redfall si è aperto un grosso varco nelle difese di Xbox. Sì, perché non ci saranno uscite dagli studi first party per tutto il 2022. Cosa che va a rompere la promessa fatta da Microsoft stessa, visto che aveva detto che ci sarebbe stato un almeno un gioco first party ogni quarto, quindi all’anno.

A cercare di placare gli animi per questo caos che circonda Starfield, Redfall, publisher e sviluppatori ci pensa Phil Spencer stesso, che con un tweet sul suo profilo ufficiale ha spiegato che supporta la decisione degli sviluppatori per quanto riguarda il lanciare un gioco quand’è davvero pronto. Ma conclude con «molti si aspettano che noi consegniamo qualità e consistenza, e continueremo a lavorare per fare in modo che queste aspettative diventino realtà».

Possiamo ricordare le parole di Miyamoto: «un gioco rinviato potrebbe essere un buon titolo, ma un brutto gioco lo sarà per sempre», e sembra che Xbox abbia un po’ questa filosofia che ovviamente non è sbagliata. Il problema è che moltissimi ora iniziano a pensare che Starfield possa essere un “nuovo Cyberpunk 2077”, il che ormai è sintomo di brutto gioco. E quindi, tornando alla citazione fatta: «un brutto gioco lo sarà per sempre». 

Al momento non possiamo fare altro e sperare che Microsoft Xbox alla fine ci dica che siamo degli sciocchi ad aver dubitato e ci dia un gioco impressionante, ma più rinvii vengono fatti, più la paura che sia un nuovo Cyberpunk c’è. Ma la speranza è l’ultima a morire, no?



Che ne pensi? Facci sapere la tua con un commento qui sotto! E ricorda che noi di Nabbi.it siamo su tutti i social. Controlla la barra laterale del sito!

Non vuoi rimanere senza notizie sul gaming? Allora ti lascio qui sotto uno dei nostri ultimi articoli. Buona lettura!

Chi l'ha scritto?

Angela Pignatiello

Classe '97. Appassionata di videogiochi fin da quando ha memoria, ne parlerebbe per ore. Cresciuta tra Metal Gear Solid, TOCA e Ace Attorney, apprezza ogni genere di gioco, purché diverta o abbia una bella storyline. Tesserata FIDE con Reghium Esports, gareggia su Gran Turismo.