News

Fall Guys: la storia dell’Isola dei Cheater

Fall Guys Stagione 3

Quando si tratta di inventiva e originalità, Fall Guys e la sua pagina Twitter ufficiale non sembrano secondi a nessuno. L’ultima trovata del team di sviluppo di Mediatonic è l’Isola dei Cheater, un tranquillo luogo in cui gli hacker possono sfidarsi tra loro per scoprire chi è più bravo a truccare il gioco.

Ecco la breve ma intensa storia dell’Isola dei Cheater!

Fall Guys: il racconto dell’Isola dei Cheater!

Dopo Big Yeetus, il martello gigante che ha sconvolto Twitter per 24 ore, ecco piombare nelle nostre vite l’Isola dei Cheater, un’altra idea del team di sviluppo di Fall Guys abilmente narrata dal social media manager del gioco.


Se volete leggere la storia integrale, partite direttamente dal Tweet linkato qui sotto, altrimenti, allacciate le cinture e tuffiamoci nel racconto.

L’Isola dei Cheater nasce dall’unione di una necessità e uno sfizio. Quando il tuo gioco è attanagliato da hacker che si divertono a rovinare il divertimento altrui, come sviluppatore senti di dover fare qualcosa per arginare il problema. D’altro canto, non vedi l’ora di mettere le mani sui “criminali” e garantirgli una punizione adeguata.

L’Isola dei Cheater è il tentativo di Fall Guys di risolvere il problema e simultaneamente punire i malfattori. Mettendo tutti gli hacker nello stesso server, Mediatonic ha trovato la soluzione perfetta per epurare le partite normali dai cheater e, allo stesso tempo, punire i cheater stessi, ritorcendogli contro il loro stesso trucco.

Le partite dell’Isola dei Cheater, come potete ben immaginare, non duravano molto e si riducevano ad una gara tra i più forti. Guardate con i vostri occhi:

Dopo qualche giorno, emerse chiaramente un problema: i cheater sono tanti, sì, ma saranno abbastanza per continuare ad emarginarli nell’isola? Del resto, basta un hacker per rovinare una partita ma ne servono 60 (nella stessa regione alla stessa ora del giorno) per creare un match nell’isola.


Poche settimane più tardi, l’isola è stata chiusa e i cheater sono stati scoperti e bannati, seguendo un metodo molto più tradizionale ed efficace.


La fine di una storia divertente o l’inizio della seria battaglia contro i cheater? Giudicate voi. Intanto Mediatonic sta preparando un anti-cheat sulla scia di quello utilizzato in Fortnite!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.