News

Europa VS loot box: la Germania prende posizione!

fifa 21 loot box germania

Le loot box non smettono mai di generare caos. Infatti, sembra proprio che la Germania voglia rendere per maggiorenni tutti i titoli che hanno questa meccanica. Il che si traduce con l’illegalità, nel caso del suolo tedesco. Sì, perché per il Parlamento il PEGI non è solo un “consiglio”. Scopriamo insieme tutti i dettagli!

Loot box illegali in Germania: il PEGI non vale?

Il giornale tedesco Der Spiegel ha spiegato con un articolo che il Bundestag (che corrisponde al nostro Parlamento, ndr) sta realizzando una riforma dell’Atto per la Protezione dei Giovani. Il documento è ormai vecchio di vent’anni, dunque è il momento di stringere la presa sulle loot box, visto che prima non erano previste all’interno del gaming.

bundestag parlamentari loot box
Il Parlamento tedesco visto dall’alto – Fonte (bundestag.de)

Il Consiglio Federale (Bundesrat, ndr) deve ancora approvare il cambiamento di quest’Atto. Ma nel caso dovesse avere un riscontro positivo, la legge sarà applicabile poco prima della primavera, e ovviamente non sarà retroattiva. Quindi, i giovani tedeschi che hanno acquistato titoli con loot box non saranno perseguibili.


In Germania, infatti, il rating viene preso molto sul serio. Nel caso in cui un minorenne voglia acquistare un titolo PEGI 18, il cassiere dovrà necessariamente richiedere la carta d’identità. Un po’ come accade in Italia con le sigarette o gli alcolici. Ovviamente, questo non vale nel caso in cui il ragazzo (o la ragazza) sia accompagnato da un genitore o un adulto.

La riforma menziona il fatto che i videogiochi con loot box hanno «rischi di meccanismi simili al gioco d’azzardo». Ed è per questa “semplice” ragione che, nel caso il Bundesrat dovesse approvare il cambiamento, i titoli come FIFA, Apex Legends o Fortnite diventerebbero automaticamente 18+.

apex legends loot box
Pronto a scoprire cosa c’è dentro? – Fonte (Respawn Entertainment)

Infatti, se ci pensiamo bene, titoli come FIFA è come se includessero una meccanica “pay-to-win”. Sì, nell’Ultimate Team quanto più spendi, quanto più aumentano le possibilità di trovare un giocatore fortissimo! Inoltre, è tutto in base a un valore di casualità, esattamente come nel gioco d’azzardo, non credi?

La domanda sorge spontanea: questo cambiamento di rating non verrebbe annullato dal PEGI? Beh, in realtà no. Visto che come ricorda anche il sito stesso del Pan European Game Information: «aiuta i genitori ad adottare decisioni informate nell’acquisto dei videogiochi». Quindi, tutti i giochi non PEGI 18 si ritroveranno davanti una scelta: modificare le loot box, permettendo il pagamento con moneta in-game, oppure vedere il proprio rating trasformarsi in 18+.

fortnite loot box
Chi non vorrebbe ottenere dei vantaggi senza sforzarsi? – Fonte (Epic Games)

L’azione da parte del Parlamento tedesco non è la prima nei confronti delle loot box. Infatti, se ricordi, a gennaio 2019 il Belgio ha deciso di fermarle. Ma non solo, anche l’Olanda ha deciso di renderle illegali, visto che sono completamente casuali e troppo simili al gioco d’azzardo.


Al momento, in Italia e nel Regno Unito non sono considerate gioco d’azzardo. Anche se la House of Lord sta facendo pressioni al governo per regolarizzarle. In Italia, al momento, ci affidiamo al giudizio del PEGI per quanto riguarda il rating dei videogiochi. L’organizzazione ha anche aggiunto sia un nuovo simbolo che un post sul sito ufficiale per spiegare l’esistenza degli acquisti all’interno di videogiochi e come limitarli.


Che ne pensi? Credi che la decisione del Bundestag sia esagerata? Oppure sei d’accordo? Facci sapere la tua con un commento qui sotto!

Ricorda che noi di Nabbi.it siamo su tutti i social. Controlla la barra laterale del sito!

Chi l'ha scritto?

Angela Pignatiello

Classe '97. Nata e cresciuta con la Metal Gear Solid saga, amo giocare a quasi tutto ciò che mi capita sotto mano. Analizzo tutto ciò che avviene all'interno del mercato videoludico e il suo core: i videogiochi.