News

Epic Games vs Apple: secondo la Corte, Epic è nel torto!

epic games apple tribunale corte fortnite unreal engine ue

Le cose si mettono male per Epic Games. Negli ultimi giorni, la lotta tra Apple e la software house di Fortnite si è spostata nelle aule di tribunale. Sì, se ricordate bene la casa di sviluppo ha deciso di non sottostare al versamento del 30% degli incassi della battle royale su App Store, e ha creato un escamotage.

Apple si è accorta del trucco e ha eliminato Fortnite dal loro store digitale, scatenando l’ira di Epic Games, che ha deciso di iniziare una causa legale. E se i videogiocatori si sono spaccati in due parti, schierandosi da una parte o dall’altra, ora si ha uno dei primi verdetti. E pare proprio che Epic sia nel torto. Vediamo insieme i dettagli.

Epic Games: si va in tribunale!

La Giudice Yvonne Gonzales Rogers ha deciso di parlare sulla questione Epic Games contro Apple a trecentosessanta gradi. Quindi, non solo del ban di Fortnite da Apple Store, ma anche dell’Unreal Engine.


Ecco la sua dichiarazione: «La Corte pensa che, per quanto riguarda la mozione di Epic sui suoi giochi, Fortnite compreso, Epic Games non ha dimostrato un danno irreparabile. Inoltre, la situazione in cui si trova sembra causata dalla stessa azienda».

Epic Games si proclama come difensore della libertà. E con questo video compara Apple al Grande Fratello di George Orwell.

Sembra proprio che non siano le parole che Tim Sweeney (il capo di Epic Games) voleva sentire, ma non è tutto! La Giudice ha continuato, dicendo che Epic ha strategicamente voluto violare il contratto con Apple, aggirando il sistema creato dalla Mela, dopo aver accettato i termini per la pubblicazione di Fortnite sul negozio digitale.

La nota positiva per Epic Games? Beh, secondo la Giudice Rogers, Apple non può assolutamente bannare l’engine grafico (Unreal Engine), perché il danno non andrebbe solo all’azienda “nemica”, ma anche a terzi, così come ipotizzato da Xbox. «Epic Games e Apple possono avere una disputa, ma non deve creare problemi a terzi», questo perché rimuovere l’Unreal Engine significherebbe arrecare danno al motore grafico e all’industria del gaming.

È stato presentato solo tre mesi fa, quale sarà il destino dell’Unreal Engine? Qui è possibile vederlo in azione.

Ovviamente, questo è l’inizio di un caso che può essere concluso solamente in tribunale. Le parole della Giudice non sono da prendere come un atto definitivo, perché l’udienza è fissata il 28 settembre. Insomma, sembra quasi un caso adatto a Phoenix Wright.


Tu cosa ne pensi? Chi ha ragione tra Apple ed Epic Games? Facci sapere la tua scrivendo un commento qui sotto!


Chi l'ha scritto?

Angela Pignatiello

Classe '97. Nata e cresciuta con la Metal Gear Solid saga, amo giocare a quasi tutto ciò che mi capita sotto mano. Analizzo tutto ciò che avviene all'interno del mercato videoludico e il suo core: i videogiochi.