News

L’E3 sarà gratuito, nessun paywall per la fruizione di contenuti

e3

Siamo solo ad aprile ma l’hype per l’E3 comincià già a crescere. La più grande fiera videoludica ha preso un anno di pausa l’anno scorso, causa pandemia ma il 2021 sarà l’anno della rinascita.

Come? Anzitutto, senza alcun tipo di paywall per gli spettatori. Nei giorni scorsi alcuni report avevano indicato un possibile costo per la fruizione di diversi contenuti dello show ma ESA in persona ha smentito tutto.

ESA: “l’E3 sarà un evento gratuito per tutti”

L’E3 è l’Evento con la E maiuscola dell’annata videoludica. Milioni di giocatori non vedono l’ora di scoprire cosa hanno in serbo le più grandi case di sviluppo del mondo e rimangono incollati allo schermo per ore a seguire la conferenza.


L’anno scorso, a causa della pandemia, l’ESA (Entertainment Software Association, non l’Agenzia Spaziale Europea!) ha dovuto cancellare l’evento, lasciando a bocca asciutta developers e giocatori.

Quest’anno, però, con più di dodici mesi per preparare un evento digitale con i fiocchi, l’E3 non può proprio mancare. L’unico dubbio, sollevato da alcuni report circolati nelle ultime ore, riguardava il possibile paywall per alcuni contenuti.

A smentire le voci è arrivata l’ESA stessa, tramite Twitter: ” l’E3 sarà un evento gratuito per tutti i partecipanti”.

Ai microfoni di Gamespot, inoltre, un rappresentante di ESA ha dichiarato che l’organizzazione sta “lavorando duramente per produrre un’esperienza gratuita per tutti coloro che saranno interessati”.

Solo dichiarazioni di facciata o verità? Difficile che sia la prima, dopo essere usciti così allo scoperto fare un passo indietro del genere sarebbe un disastro di pubbliche relazioni.



Come si legge dal tweet, comunque, tutte le informazioni necessarie saranno rese pubbliche nel prossimo futuro: non ci resta che aspettare!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.