News

CEO di Riot Games accusato di discriminazione di genere

scandalo riot games logo project l

Riot Games finisce ancora una volta nell’occhio del ciclone e non per una patch di LoL. Nicolas Laurent, CEO dell’azienda americana, è stato accusato di discriminazione di genere da un’ex impiegata di Riot, Sharon O’Donnell.

O’Donnell ha fatto causa a Laurent e all’azienda stessa da cui è stata licenziata nel luglio del 2020. Riot non ha sottovalutato l’argomento e ha già cominciato le investigazioni interne.

Riot Games sotto accusa per discriminazione di genere

Per quanto i suoi giochi abbiano sempre successo, Riot Games riesce, con altrettanta regolarità ed efficacia, a diventare il centro di vicende poco desiderabili.


In occasione delle proteste di “Black Lives Matter“, un impiegato dell’azienda era stato sospeso in seguito ad una foto controversa pubblicata sui social.

Ora, a distanza di più di sei mesi, Sharon O’Donnell, ex assistente di direzione di Riot Games, riporta l’azienda californiana al centro del dibattito. O’Donnell ha fatto causa alla casa di produzione e al suo CEO, Nicolas Laurent per discriminazione di genere.

Secondo quanto riportato da Dailyesports.gg, le accuse si estenderebbero ad avance sessuali fatte dallo stesso Laurent nei confronti della collega, mancato pagamento degli straordinari e una serie di comportamenti inappropriati ripetuti nel tempo. O’Donnell sottolinea anche la puntualità del licenziamento, avvenuto proprio in seguito alle sue lamentele per questi avvenimenti con il reparto risorse umane.

Riot Games sta valutando la situazione con la massima serietà, affidando il compito delle investigazioni interne ad uno studio legale esterno all’azienda. Nel frattempo, Laurent e Riot dovranno difendersi di fronte alle corti californiane.

I creatori di LoL erano già finiti sotto accusa per discriminazione di genere nel 2018, quando un report di Kotaku aveva fatto luce sulla cultura sessista dell’azienda americana.



Come finirà la vicenda? Diteci la vostra con un commento!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.