News

Arriva il ban per Infiltration: non parteciperà all’EVO!

infiltration bannato

Infiltration, il noto campione di Street Fighter, è ufficialmente bannato da molte competizioni sportive e campionati importanti. La motivazione sarebbe una violazione delle regole di comportamento di questi tornei, ed è stato proprio Seon-woo a mostrare l’immagine con la lettera di “ban”.

Infiltration bannato da Evo, Combo Breaker e Twitch

Durante la notte, Infiltration ha ricevuto una delle mail più brutte per un giocatore professionista: sia Evo, sia Combo Breaker hanno deciso di bannarlo dai loro tornei perché ha violato il codice di condotta. Nella mail viene specificato: «dopo aver eseguito un controllo, abbiamo determinato che non segui il nostro Codice di Condotta, e non possiamo permetterti di competere all’Evo, quest’anno. Riceverai un rimborso. Questa decisione è supportata da Combo Breaker, Community Effort Orlando, East Coast Throwdown e dal Fight Club intercontinentale». La carriera dell’ex-campione sembra essere finita qui.

Per quanto riguarda il ban a Infiltration, c’è una dichiarazione del general manager dell’EVO, lasciata a Kotaku. Nella quale spiega che sta cercando di migliorare il suo codice di condotta, così da creare un ambiente caloroso e di benvenuto durante le varie competizioni EVO.


Sei un Nabbo? Allora devi fare due cose: la prima è non preoccuparti. E la seconda? Leggere le nostre Guide per Nabbi!

Ma per Infiltration il ban non si limita “solo” alle competizioni di Street Fighter, ma anche a Twitch. Non ci è dato sapere perché, in questo caso, ma pare che dopo la sua esclusione dai tornei, abbia partecipato a uno streaming dove ha usato delle parole forti e razziste. L’uso di termini razzisti va contro le linee guida di Twitch. Ma in questo caso Infiltration non ha chiesto tempo e ha lasciato una dichiarazione: «So che gli hater inizieranno a condividere la clip perché ho detto la “parola con la N”. Quindi se qualcuno dovesse sentirsi offeso, sarà una persona migliore e non ripeterò più l’errore».

Purtroppo Infiltration non è nuovo a violenza verbale e fisica. Sì, perché Seon-woo è stato anche arrestato molteplici volte per violenza domestica nei confronti della moglie, nel 2017. Infatti, ora la donna ha un’ordinanza restrittiva temporanea dopo che l’ospedale ha costatato ferite e lividi sul suo corpo. Dopo quest’azione, il giocatore ha ricevuto una multa di 700.000 won (circa 520 euro, ndr) e Panda Global ha tagliato i ponti con lui. Inoltre, ha ricevuto un ban da tutti i torni Capcom per due anni, quindi fino al 2019.

Può darsi che sia questo suo passato ad aver costretto EVO e gli organizzatori a respingere Infiltration e non permettergli di partecipare. Sicuramente presto sapremo maggiori informazioni.


Che ne pensi? Facci sapere la tua con un commento qui sotto! E ricorda che noi di Nabbi.it siamo su tutti i social. Controlla la barra laterale del sito!

Non vuoi rimanere senza notizie sul gaming? Allora ti lascio qui sotto uno dei nostri ultimi articoli. Buona lettura!


Chi l'ha scritto?

Angela Pignatiello

Classe '97. Appassionata di videogiochi fin da quando ha memoria, ne parlerebbe per ore. Cresciuta tra Metal Gear Solid, TOCA e Ace Attorney, apprezza ogni genere di gioco, purché diverta o abbia una bella storyline. Tesserata FIDE con Reghium Esports, gareggia su Gran Turismo.