News

2 milioni di giocatori bannati da PUBG Mobile… Di nuovo!

pubg mobile ban

Gli sviluppatori di PUBG Mobile hanno annunciato di aver bannato più di due milioni di giocatori, in una delle più grandi ondate di ban dall’inizio dell’evento invernale. Anche se, il titolo non ha sofferto tantissimo la mancanza di così tanti player, dato che è ancora amatissimo e giocato. Vediamo insieme i dettagli.

PUBG Mobile: tanti cheater? Tanti ban!

PUBG Mobile ha avuto un corso completamente diverso dalla sua controparte per console e PC. Infatti, la battle royale ha un numero altissimo di giocatori, tant’è vero che arriva quasi ai livelli di Call of Duty. Ma qual è il problema? Beh, ormai siamo alla Season 10 e tutti i giocatori stanno vivendo l’evento invernale, ma purtroppo ci sono ancora tantissimi cheater.

Non preoccuparti, però, gli sviluppatori di PUBG Mobile sono piuttosto spietati con coloro che preferiscono barare per vincere. Infatti, hanno fatto sapere tramite l’account ufficiale Twitter di aver bannato ben 2 milioni di giocatori. Tutto questo in quasi una settimana!


Tra l’11 e il 17 dicembre ci sono stati ben 2,127,454 account bannati in modo permanente. Non ci è dato sapere se questo aumento di ban è stato causa di un enorme ammontare di giocatori per l’evento invernale, che è iniziato due giorni prima di quest’ondata (il 9 dicembre). Forse no, visto che tra il 4 e il 10, sempre dello stesso mese, la cifra è molto vicina: 1,5 milioni di giocatori.

La percentuale più alta di ban è avvenuta nel rank bronzo (il più basso di PUGB Mobile, ndr), mentre solo il 2% apparteneva al grado più alto, il Conqueror.

C’è da dire che queste ondate di ban non sono una novità per PUBG Mobile. Infatti, anche durante il mese di agosto la situazione era molto simile a questa. Ma nonostante tutto, il titolo battle royale è uno dei cinque titoli per smartphone che è riuscito a raggiungere un miliardo di dollari, superato solo da giochi ancora più famosi e giocati, come Pokémon GO.

pubg mobile ban
Preferisci giocare in solitaria o in compagnia? – Fonte (PUBG Corporation)

Ma non solo, un’altra cosa molto interessante che riguarda PUBG Mobile è The Callist Protocol. Sì, il titolo annunciato durante i The Game Awards 2020. Infatti, lo sviluppatore e creatore di Dead Space, che porterà su console e PC questo nuovo horror, ha annunciato che il suo nuovo titolo è ambientato proprio nel mondo di PlayerUnknown Battleground. Chissà come si potrebbero collegare!


Cosa ne pensi? Giochi a PUBG Mobile? Pensi che i developer abbiano il ban facile? Facci sapere la tua con un commento qui sotto! A proposito di mobile gaming, hai letto il nostro articolo sulle novità della Stagione 13 di CoD Mobile?


Chi l'ha scritto?

Angela Pignatiello

Classe '97. Nata e cresciuta con la Metal Gear Solid saga, amo giocare a quasi tutto ciò che mi capita sotto mano. Analizzo tutto ciò che avviene all'interno del mercato videoludico e il suo core: i videogiochi.