LoL MOBA

Wild Rift: aggiunti 5 nuovi campioni

LoL Wild Rift Amumu Piccolo Cavaliere Splash Art

Il parco personaggi di Wild Rift si fa sempre più ampio. Il titolo mobile di League of Legends comincia a recuperare il terreno perso nei confronti del gioco originale, introducendo via via tutti i campioni.

Nella patch 2.0, Riot Games ha aggiunto 5 yordle che conosciamo molto bene: Corki, Kennen, Tristana, Lulu e, infine, l’amatissimo Teemo. Ma le novità non finiscono qui. Wild Rift si dota anche di utili funzionalità come Trova gruppo, un nuovo indicatore di latenza e una pletora di miglioramenti al gameplay. Vediamo tutti i cambiamenti in dettaglio.

Wild Rift, patch 2.0: tutti i dettagli

Wild Rift è partito con il botto in quasi ogni angolo del mondo (manca ancora nelle Americhe e in India) e Riot Games è pronta a supportarlo in ogni singolo step, come dimostrato dalla recentissima patch 2.0.


Partiamo dai campioni: poche novità per chi già conosce tutta la rosa di personaggi di League of Legends ma sicuramente un buon punto di partenza per recuperare terreno sul gioco originale.

Mancavano gli yordle vero? Corki, Kennen, Tristana, Lulu e Teemo raggiungono il resto del roster di leggende del gioco.

LoL Kled
Quando arriverà Kled? – Fonte (Riot)
  • Trova gruppo: tramite questa nuova funzione potrete fare nuove amicizie e giocare partite con compagni preselezonati. I proprietari dei gruppi possono aprire le proprie lobby agli amici nella loro lista o a tutti, mentre i giocatori possono cercare lobby aperte in cui entrare. Potrete anche filtrare in base al tipo di lobby.
  • Indicatore di latenza: scompare l’indicatore di latenza nella schermata principale, sostituito da un indicatore della rete a cui siete connessi. Quanto alle partite, invece, troviamo un nuovo indicatore che comunica il ping reale durante il gioco, come per League of Legends.
  • Miglioramenti al gameplay: piccoli ma significativi. Riot Games ha messo le mani all’interfaccia, permettendovi di rispondere ai giocatori che vi mandano segnali, inserendo i tempi di rigenerazione di draghi e barone nelle statistiche e inserendo una funzione che vi permette di accedere alla ruota dell’emote cliccando direttamente sul campione.

    Inoltre, le torri avranno come focus principale i super minion (e non i minion d’assedio).

Per concludere, Riot Games ci ricorda che l’8 gennaio terminerà la stagione 0 di Wild Rift. Prima dell’inizio della stagione 1, ci sarà un azzeramento parziale, e la modalità classificata non sarà disponibile per 3-4 ore per permettere il passaggio alla nuova stagione.


Per maggiori informazioni, visitate il sito ufficiale.

Consultate la nostra guida alla giungla di Wild Rift qui.


Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.