MOBA Pokemon Speciali

Pokémon Unite non è Pay to Win! – Editoriale

pokémon unite zeraora

Pokémon Unite sta facendo divertire milioni di utenti in tutto il mondo, ma non stanno mancando le polemiche. Negli scorsi giorni si è parlato molto di come, secondo molte persone, il moba di Tencent e TPCI sia Pay to Win. A queste persone sarebbe interessante chiedere se abbiano iniziato a videogiocare ieri o se ci siano altri motivi per dire certe stupidaggini.

Non ti sentire offeso se appartieni alla schiera di chi pensa questa cosa, anche perché sui fatti ci sta davvero poco da sindacare. Il problema principale è che pur di avere ragione, molto spesso, certi individui tendono a distorcere la realtà dei fatti. Quindi oggi la realtà dei fatti la vediamo assieme e ti sarà chiara la differenza tra Pay to Win e Free to Play/Start.

Pokémon Unite è semplicemente Free to Play

Nonostante la dicitura ufficiale utilizzata da Pokémon Unite sia “Free to Start”, in realtà le caratteristiche del gioco sono molto più riconducibili a un Free to Play. Ci sono cose da sbloccare, come ad esempio i Pokémon piuttosto che gli item o il potenziamento di questi ultimi, però non è nulla per il quale è obbligatorio pagare in denaro.


“Eh ma allora FIFA Ultimate Team? Pure lì puoi sbloccare tutto senza pagare volendo, ma è risaputo sia Pay to Win”. Mi spiace, ma è una cosa completamente diversa, sebbene EA abbia perlomeno arginato il problema con dei premi ottimi per le proprie prestazioni. Sul FUT subentra il meccanismo simil slot machine dei pacchetti, e i prezzi non sono dettati con precisione da EA e sono quasi del tutto in mano alla community. Per non parlare del fatto che le carte base costano poche migliaia di crediti (se non poche centinaia), mentre le carte migliori del gioco milioni su milioni.

Gardevoir Pokemon Unite guida item
Questo setup l’ho buildato senza pagare in qualche giorno di gioco, e ho livellato anche molti altri item! – Fonte (Tencent)

Su Pokémon Unite invece non ci sta nulla di tutto questo. Iniziando dal prezzo dei Pokémon, dove con 6k coins ci sono quelli buoni, a 8k quelli forti e a 10k quelli molto forti. Spero sia abbastanza chiara la differenza tra 6k e 10k rispetto a quella tra 900 e 9 milioni vero? Ovviamente con una progressione diversa, un tipo di “inflazione” della valuta diversa, ma il concetto è che il divario percentuale è drasticamente diverso anche tenendone conto.

Inoltre Pokémon Unite è gratis, e quindi subentra un piccolo segreto che ti sto per svelare. Pronto? I videogiochi, salvo rarissime eccezioni… non si fanno per beneficienza! Esatto, quando si investe in un progetto si tende a volerci guadagnare qualcosina, pensa te! Quindi secondo quale logica, in un mondo in cui tu stesso suppongo ritenga giusta una guadagno per quello che fai di lavoro, due multinazionali dovrebbero fare eccezione in questo?

Nei Free to Play ci sono sempre state le microtransazioni

Da quando esistono, i Free to Play hanno sempre avuto la stessa formula. Si parte con poche cose sbloccate e poi si devono sbloccare le altre man mano che si va avanti a giocare. A parte Dota 2, che skin a parte ti mette tutto a disposizione (ma solo perché Valve ha soldi infiniti), nessun Free to Play ha tutto sbloccato.

pokémon unite reveal pokémon presents moba
Quando arriverà anche su mobile poi ci saranno il triplo degli introiti, ma dettagli! (immagini della prima alpha) – Fonte (Tencent)

Non è essere Pay to Win quello, è essere Pay to Skip. Puoi fare tutto senza pagare e in tempi anche abbastanza umani, ma ovviamente pagare anticipa, skippa, il procedimento di farming. Qualcosa di molto diverso da Pay to Win, perché si può competere anche senza shoppare. A differenza di appunto un FIFA, dove per competere o paghi oppure paghi. E FIFA ha anche un costo iniziale non indifferente, non è certo un Free to Play.


Detto questo bisogna concludere dicendo che Pokémon Unite, difatti, ti regala eccome contenuti molto validi. Zeraora, Ninetales-Alola, Cinderace, Crustle e altri ancora sono Pokémon che sono stati completamente regalati senza nessun costo, e chissà quanti altri ancora verranno messi in regalo in futuro. Quindi decisamente onesta come cosa!


Cosa ne pensi della questione Pokémon Unite? Pure secondo te non è realmente necessario pagare? Dicci la tua con un commento! Puoi recuperare lo scorso speciale a tema Unite cliccando qui sotto!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.