MOBA Pokemon

Pokémon Unite beta: un nuovo Re dei Moba in arrivo!

Pokemon Unite Beta gameplay

Alcuni mesi fa era stato caricato sul web l’apk del primo Pokémon Unite beta, che serviva da test tecnico per i server su dispositivi mobile. Essendo io in Europa, con i server in Canada, mi era praticamente impossibile giocarci in modo decente. Oltre all’ovvio ping astronomico, c’era anche un tempo di attesa per entrare in partita a dir poco biblico!

Negli ultimi due giorni, però, Pokémon Unite beta è stato pubblicato nella sua seconda versione, stavolta con server in Giappone e per Nintendo Switch. Era possibile scaricarlo anche qui in Europa, a patto di disporre di un account Nintendo giapponese. L’input lag si è ridotto a “solo” un secondo, con caricamenti delle partite immediati, ma purtroppo la beta stavolta durava solo due giorni. Mi sono stati comunque sufficienti per analizzarlo finalmente come si deve, ecco quindi le mie considerazioni!

Pokémon Unite beta lancia un segnale forte e chiaro!

Quando un anno fa venne annunciato per la prima volta Pokémon Unite la maggior parte della community, in primis molti influencer noti, accolsero il reveal con molta sufficienza. Non credevano che un gioco del genere potesse essere considerato alla pari dei giochi principali, né tantomeno che potesse essere meritevole di tutti quei riflettori puntati addosso. In poche parole, hanno fatto l’ormai comune, e inaccettabile, errore di giudicare il titolo dall’alpha che ci fu mostrata.


Un anno dopo, con Pokémon Unite beta, gli stessi che lo denigrarono ci si sono chiusi pesantemente sia in privato che sui propri canali Twitch/Youtube o qualsiasi altra piattaforma simile. Con un’utenza talmente stregata dal gioco che da seguire i contenuti su Pokémon Unite in decine di migliaia di persone su Twitch. Il tutto per una beta, in giapponese e di un gioco la cui spinta pubblicitaria è stata a dir poco moderata.

pokémon unite gameplay 2
L’attesa sta per finire! – Fonte (The Pokémon Company)

Si tratta di un segnale davvero molto forte, di un gioco che grazie alla sua formula ha letteralmente rapito chiunque. Pokémon Unite è destinato a diventare, molto presto, il nuovo colosso dei free-to-play del mercato console e mobile, dato che la versione principale e di riferimento resta quella per Nintendo Switch. Ma non solo!

Tencent, casa di produzione del gioco assieme a The Pokémon Company, ha un suo launcher per giocare ai suoi giochi mobile su PC, pensato per il mercato cinese. Una sorta di Bluestacks ufficiale e proprietario diciamo. Questo rende Unite il primo gioco Pokémon ufficiale a sbarcare legalmente su PC! Non so se si capisce bene l’entità della cosa, ma siamo di fronte a qualcosa di veramente storico. Le ragioni che porteranno Unite al successo non sono però solo queste, anzi.

Pokémon Unite mette il turbo al genere Moba

La più grande differenza rispetto agli altri moba, tra quelle riscontrabili giocando Pokémon Unite beta, è la sua durata. Nei moba di solito si inizia un game e poi si finisce o quando il Nexus/Nucleo della propria base viene distrutto o quando una delle due squadre dichiara la resa. Non esiste quindi un limite di tempo di solito.

Pokémon Unite, che invece è stato concepito già da principio come un gioco da portare su mobile, introduce un timer per i game di 10 minuti. In questo modo i match risultano molto più veloci e frenetici, dando modo di farne molti di più con una singola sessione di gioco. Per certi versi è proprio questo il vero punto di forza emerso giocando a Pokémon Unite beta.


Personalmente io vengo da Dota 2 e lì i game arrivano spesso e volentieri a 50/60 minuti, quindi se lo perdi te ne servono altrettanti per fare un’altra partita. In Unite, nel tempo di due game di Dota se ne fanno 12! Senza nemmeno reali momenti morti, mantenendo il pregio dei moba di avere match sempre diversi, si innesca inevitabilmente l’effetto ciliegie. Finisci un game e ne fai subito un altro, lo finisci e passi a quello dopo e così via. Il tutto con un sistema di progressione alla League of Legends, dove bisogna sbloccare nuovi Pokémon e soprattutto nuove skin (già adesso una più bella dell’altra).

pokemon unite venusaur skin
Voglio dire… parliamone! – Fonte (TPCI)

Una ventata d’aria fresca necessaria per il genere, soprattutto sana perché Unite non va certo in competizione con League of Legends o Dota. Certo, sono tutti e tre moba ma Pokémon Unite è appunto molto diverso e, soprattutto, si affaccia a piattaforme differenti se escludiamo il launcher di Tencent per PC in Cina. I ritmi di LoL e Dota poi sono molto più compassati (specialmente di Dota), al di là della questione del timer. Il gameplay di Unite invece non dico che ha i connotati di una rissa a squadre ma poco ci manca!

Si tratta di un gioco adatto più a coesistere che a competere con i moba presenti sul mercato. Dopo aver giocato a Pokémon Unite beta ora aspettiamo solo che esca definitivamente su Nintendo Switch a Luglio, in tempo per andare al mare e farsi qualche partita tra un bagno e l’altro! Quando a Settembre uscirà anche su mobile, poi, il gioco dilagherà ancora di più!

Ma… il competitivo?

Piccola parentesi finale sull’argomento competitivo Pokémon. TPCI per molto tempo ha provato a cercare un eSport da affiancare a TCG e VGC, fallendo sempre. Prima con Pokken, e non è andata bene, poi con Pokémon GO, ed è andata pure peggio. Giocando a Pokémon Unite beta invece è chiaro che stavolta non si fallirebbe.

Ti senti nabbo in un gioco? Consulta le nostre guide!

Innanzitutto si va ad introdurre un competitivo a squadre, che mancava al franchise, ma soprattutto potrebbe diventare il gioco principale per i tornei! Come? Semplice, perché la versione di riferimento è quella di Nintendo Switch! Se da un lato creare una lan session di LoL o Dota risulta più complicato perché devi fornire PC, mouse, tastiere e cuffie a tutti i partecipanti, dall’altro fare la stessa cosa con Unite richiede solo una Switch e un paio di auricolari. Se ci segui assiduamente su Nabbi conoscerai Via Vittoria, la mia rubrica sul VGC, quindi sai quanto adoro il competitivo di Pokémon attuale.

Continuerò a giocare VGC, poco ma sicuro, ma sicuramente mi butterò su Unite appena uscirà. A tal proposito, continua a seguirci perché arriverà anche una rubrica di guide apposite per Pokémon Unite!


Cosa ne pensi? Hai avuto modo di giocare Pokémon Unite beta? Dicci la tua con un commento se ti va! Puoi trovare maggiori informazioni sul gioco cliccando qui sotto!

Chi l'ha scritto?

Alessio Fuscà

Videogiocatore incallito da 17 anni, gioco al VGC di Pokémon dal 2017 e sono alla mia seconda qualificazione ai Mondiali di seguito. I videogiochi sono la mia passione e nella vita faccio il Game Designer come lavoro principale.