LoL MOBA News

Sospeso OnFleek, pro player di League of Legends: perché?

onfleek sospeso league of legends cover

Kim “OnFleek” Jang-gyeom, un giocatore professionista di League of Legends per il team Sandbox Gaming, ha avuto una sospensione per incitamento all’odio. Ma cos’è successo? Ecco tutti i dettagli della vicenda.

OnFleek non se la passa bene!

Il sito Inven ha riportato che OnFleek, durante uno streaming personale, ha fatto un discorso parecchio razzista. Purtroppo, non si tratta di qualcosa di passabile, ma ha letteralmente detto: «L’unico cinese buono è un cinese morto». Il che è, ovviamente, inaccettabile per una persona che ha una certa influenza sui giovani come il pro player di League of Legends.

onfleek-sospeso-league-of-legends
Ecco il pro player in azione – Fonte (Inven)

Riot Games ha preso subito provvedimenti, lasciando una dichiarazione ufficiale che dice: «È stato confermato che OnFleek ha usato un commento inappropriato mentre reportava un giocatore durante uno streaming». Ma non solo, la software house di League of Legends ha anche lasciato una multa di ben 896 dollari, insieme a un ban di tre giorni.


Per OnFleek, però, i guai non sono finiti lì. Sì, perché il suo stesso team l’ha multato di 2687 dollari, e l’ha bannato per l’intero primo round della stagione 2021! Inoltre, Sandbox Gaming gli ha chiesto trenta ore di servizio comunitario. «Noi educheremo tutti i giocatori alla serietà e pericolosità dell’uso di commenti razzisti e discriminatori», queste è stata la dichiarazione ufficiale del team.

Sembra proprio che OnFleek dovrà stare più attento a ciò che dice, non solo perché è una figura pubblica, ma anche e soprattutto per se stesso.


Tu cosa ne pensi? Facci sapere la tua con un commento qui sotto!

Chi l'ha scritto?

Angela Pignatiello

Classe '97. Nata e cresciuta con la Metal Gear Solid saga, amo giocare a quasi tutto ciò che mi capita sotto mano. Analizzo tutto ciò che avviene all'interno del mercato videoludico e il suo core: i videogiochi.