LoL MOBA

Mr.Beast vuole il suo team di LoL in LCS entro il 2022!

mrbeast youtube

Se conoscete il personaggio, questa notizia non vi sorprenderà di certo. Mr.Beast, uno degli youtuber più famosi del mondo, ha dichiarato di voler portare il suo brand in LCS entro il 2022.

Beast Gaming sarebbe il nome della franchigia e porterebbe con sé una moltitudine di fan da uno dei canali YouTube più guardati di tutto l’Occidente. Ci riuscirà? Vediamo le possibilità che gli si presentano.

Mr.Beast su LoL: possibile o no?

Jimmy Donaldson, in arte Mr.Beast, è noto sul web per le sue azioni caritatevoli e per i suoi scherzi/challenge di vasta portata, non certo per i contenuti gaming. Il suo canale dedicato ai videogiochi è popolare ma non tocca i numeri di quello principale.


Per il pubblico generale, dunque, può sembrare strano vedere Mr.Beast tanto interessato a League of Legends, al punto da puntare ad ottenere una franchigia in LCS. Lo YouTuber, però, non ha mai nascosto la sua passione per il gioco, esternandola spesso sui social.

Negli occhi di Donaldson, da un sogno nel cassetto, l’acquisizione di un team di League of Legends deve diventare una realtà e si è fissato anche un obiettivo: entro il 2022.

Quando un fan ha chiesto informazioni sullo sviluppo di questo progetto durante una diretta, Mr.Beast non si è tirato indietro, anzi: “Succederà, sicuramente non nella prossima stagione ma avremo Beast Gaming. Al 100%.” Lo YouTuber americano è tornato sull’argomento in un secondo momento: “non voglio svelare i miei piani ma voglio sicuramente un team, sarebbe troppo divertente”.

League of Legends è l’esport più famoso del mondo, seguito in pressoché ogni angolo del globo da milioni di spettatori. Donaldson ha ammesso di essere parte degli avidi fan del MOBA e di aver speso moltissimo tempo a guardare le competizioni internazionali. “Perché non guardare il mio team, no?” si è giustamente chiesto.

Spostando la discussione su un piano realisitico, però, sembra molto difficile che Mr.Beast riesca a portare Beast Gaming in LCS. Come forse saprete, infatti, la lega nordamericana è a numero chiuso, senza retrocessioni o promozioni e l’unico modo per farne parte (salvo espansioni) è comprare uno spot già esistente.


E per quanto Mr.Beast abbia soldi a palate, difficile che riesca a sostenere sia il costo di un posto nella lega (intorno ai 10-20 milioni a seconda del venditore), sia una rosa di giocatori. Il caso AlphariJensen, infatti, insegna che se non hai qualche milione in tasca, difficilmente riesci a competere con i migliori.


Sia ben chiaro però: non vogliamo scommettere contro Mr.Beast. Il giovane YouTuber ha dimostrato di riuscire ad ottenere ogni cosa finora e un po’ di milioni in più potrebbero presto non essere più un problema per lui. Ad ogni modo, se LCS lo rigetta, potrebbe sempre virare su un campionato minore, senza franchigie.

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.