LoL MOBA

LoL: Rekkles vorrebbe la chat vocale

g2 rekkles lol

LoL è uno dei titoli più famosi e giocati di tutto il mondo. Nonostante ciò, è completamente privo di una chat vocale durante le partite e la comunicazione è riservata alla chat e ai ping che, per quanto efficaci, non possono neanche paragonarsi ad un continuo scambio di informazioni verbale.

Martin “Rekkles” Larsson, forse il pro player più conosciuto di tutta Europa, vorrebbe proprio che Riot Games si muovesse in quella direzione. La chat vocale, a suo parere, renderebbe le ranked molto più intriganti e competitive, nonché uno spazio più adatto al miglioramento dei giocatori professionisti.

LoL: chat vocale sì o no?

Il tema della chat vocale su LoL è una di quelle discussioni che, a cadenza regolare, tornano sempre. Il motivo è piuttosto semplice: quasi ogni multiplayer online che richieda sinergia tra le parti è dotato di un sistema di comunicazione verbale. Persino VALORANT, targato Riot Games proprio come League of Legends, ha una chat vocale.


Perché LoL no?

La risposta più ovvia concerne la tossicità dei giocatori. Chiunque abbia mai giocato una ranked su League of Legends sa quanto possono essere crudeli e schietti i propri compagni di squadra, sempre pronti a puntare il dito contro il giocatore meno forte o con quello che commette più errori.

Nel tentativo di proteggere i più deboli, quindi, il team di sviluppo potrebbe aver deciso di sorvolare sulla necessità di una chat vocale, elemento che Martin “Rekkles” Larsson vorrebbe invece avere a disposizione durante le partite.

Durante una una delle sue stream su Twitch, l’adcarry dei G2 ha chiesto a gran voce l’implementazione della chat vocale, sottolineando diversi aspetti importanti. Anzitutto, poter dialogare con i propri compagni darebbe la possibilità di discutere della comp e in generale lavorare assieme al proprio team. Entrando più nel dettaglio, i giocatori potrebbero gestire meglio l’influenza del proprio jungler e capire quali parti di mappa devono adattarsi ad uno stile di gioco più passivo per il bene del team.

Il giocatore dei G2 ha anche riconosciuto che ci sarebbe sicuramente chi abusa verbalmente di altre persone tramite il canale vocale. Su questo punto, però, Riot Games potrebbe avere la soluzione. Se non ricordi male, circa tre mesi fa, VALORANT ha introdotto la registrazione delle chat vocali per punire la tossicità. LoL potrebbe sfruttare lo stesso sistema senza troppi inghippi: clicca qui per leggere l’articolo completo.



Tu vorresti la chat vocale o no? Scrivicelo qui sotto!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.