Guide per Nabbi LoL MOBA

LoL Meta: il tuo miglior amico? – Guida per nabbi

lol meta gnar guida per nabbi

Benvenuto Evocatore a questa Guida per Nabbi dedicata al LoL Meta per cominciare! Dopo la nostra guida dedicata ai migliori campioni per iniziare a giocare, facciamo un passo avanti per capire che cosa sia questo fantomatico Meta. Faremo un discorso generico e non andremo ad analizzare lo stato attuale del gioco, poiché questo cambia di patch in patch.

Meta sta per Most Effective Tactic Available, cioè la tattica migliore a tua disposizione. Questo concetto è presente in ogni gioco e nei multiplayer cambia continuamente, per mantenere il gioco vario e interessante. Su LoL questo si traduce generalmente in campioni oppure Oggetti che sono più forti, e quindi con una winrate più alta, di altri.

Se questo argomento non ti interessa dai un’occhiata alle nostre altre Guide per Nabbi dedicate a LoL.


Questo articolo è utile sia per i veterani che per i novizi! Ma, ora bando alle ciance e andiamo a scoprire scoprire come non venire sopraffatti dal LoL Meta.

Cos’è il LoL Meta?

Se giochi a un qualunque gioco competitivo sarai già familiare con questa parola. Come abbiamo già detto il Meta è la strategia, o tattica migliore del momento. Nei giochi di carte, come Magic o Yu-Gi-Oh, può essere un mazzo specifico oppure una carta così forte che viene utilizzata da tutti. Spesso quando ci si trova in situazioni simili si tende a bannare o nerfare ciò che è OP, così da lasciar spazio alla diversità e alla creatività dei giocatori.

Il LoL Meta cambia in continuazione e in diverse patch e Stagioni ci sono campioni e Oggetti più forti di altri. Sfortunatamente sembra che Mamma Riot abbia i suoi preferiti, che sono quasi sempre fortissimi. Comprendere come sia il Meta e come si stia evolvendo può darti un gran vantaggio! Puoi utilizzare questa conoscenza per seguirlo e utilizzare i campioni OP del momento, oppure giocare fuori dal LoL Meta e prendere champ che counterano i primi. Ad esempio durante il Meta dei Tank questi erano fortissimi, ma anche Trundle era estremamente utile poiché countera questa classe.

Se sei interessato questo video racconta tutta la storia e l’evoluzione della Corsia Superiore negli anni. – Fonte (Exil https://www.youtube.com/channel/UCvzoHz_9Vym9HUJ3lNRfCcw)

Seguire il LoL Meta: pro e contro

Pro:

  • Sarai più forte dei tuoi avversari, proprio in termini di puri numeri.
  • La tua winrate salirà!
  • I tuoi sforzi non verranno sprecati, ma invece ricompensati pienamente

Contro:

  • Gli avversari conosceranno il tuo campione e potrebbero aver imparato a giocarci contro.
  • Le probabilità di vedere il tuo pick bannato, o peggio counterpickato sono alte.
  • Se non giochi spesso il campione, avrai poca esperienza e potresti trovarti in difficoltà nonostante la sua forza

Essenzialmente seguire il LoL Meta ha grandissimi vantaggi, però ha anche svantaggi non indifferenti. A Elo alto fare meta-whoring (seguire il meta) è praticamente obbligatorio, invece a Elo più bassi i guadagni non sempre pareggiano con i rischi.

LoL Meta Katarina Katlife Screenshot
Katarina è fortissima nel LoL Meta attuale, ma è difficile farla funzionare al primo tentativo. – Fonte (Katlife – Youtube)

Giocare off-Meta: pro e contro

Pro:

  • Il tuo campione preferito difficilmente verrà bannato, e ancor meno spesso counterpickato.
  • Conoscerai meglio il tuo pick e i tuoi avversari non sapranno come affrontarti, quindi potrai prenderli di sorpesa con le ute conoscenze del campione.
  • Conoscerai meglio i matchup.
  • Giocando i tuoi campioni preferiti ti divertirai di più!

Contro:

  • Sarai meno forte e potresti trovarti in difficoltà contro i campioni OP del LoL Meta attuale.
  • Potresti mettere in svantaggio il tuo team a livello di composizione, lasciandoli senza un Tank o un Supporto Incantatore di cui potrebbero aver bisogno. Oppure prendendo un Jungler che farma in un Meta che favorisce le gank in early game.
  • Il ritmo della partita potrebbe sfavorire il tuo campione, ad esempio adesso le partite finiscono in fretta per questo i campioni da late game come Kayle fanno fatica a vincere.

Come puoi vedere anche giocare off-Meta ha vantaggi e svantaggi e non è assolutamente trollare, come alcuni possono pensare. Sfortunatamente, con questa scelta porrai molto peso sulle tue spalle e le tue skill decideranno se vedrai la schermata di vittoria o sconfitta a fine partita.


Ora ti starai chiedendo: “Ok, grazie tante ma io cosa devo fare effettivamante? Seguo o non seguo il LoL Meta?”.

Flessibilità è la parola d’ordine

Allora per sopravvivere a un LoL Meta che continua a cambiare bisogna essere flessibili e ci sono diversi approcci. Potresti seguirlo passo passo e giocare sempre i campioni più forti, ma questo ti costringe a continuare a cambiare stile di gioco. Questo non è il massimo, poiché con continui input diversi non riuscirai mai ad abituarti a uno stile di gioco e imparerai League of Legends più lentamente. Su LoL c’è sempre qualcosa da imparare, anche per i giocatori più esperti.

Un’altra opzione popolare è diventare un OTP, cioè un One Trick Pony di un campione in particolare. Questo prevede che tu giochi un solo campione tutto il tempo, in questo modo lo conoscerai perfettamente e potrai utilizzarle per schiacciare i tuoi avversari, anche quando vieni counterpickato. Però, in questo modo non avrai alcuna flessibilità e non potrai mai adattarti al tuo team o a quello avversario. In genere è sconsigliabile, anche perché giocando diversi campioni imparerai di più.

LoL Meta Garen Riste Screenshot
Garen è ottimo per iniziare ed è perfino OP, cosa aspetti a provarlo? – Fonte (Riste @Twitch.tv/riste)

L’approccio migliore è una via di mezzo. Cioè avere una champion pool di circa 10 campioni, che giochi spesso e ricoprono diversi ruoli (jungler e Top per esempio) e che svolgano anche diversi compiti. Se saprai giocare qualche Assassino, un Mago da Controllo e un Mago da Battaglia avrai tutto quello che ti serve per dominare la Corsia Centrale, indipendentemente dalla situazione. Avendo diversi campioni con cui ti trovi bene potrai sempre adattarti e avrai grandissima flessibilità. Inoltre, potrai espandere la tua champion pool con più facilità in futuro, soprattutto se segui la nostra guida. Infine, avendo diverse opzioni tra cui scegliere ti capiterà di avere uno dei tuoi champ preferiti in Meta, o ancor meglio che countera quelli OP.

Per concludere segui il LoL Meta solo se ti trovi in Platino o oltre, se invece ti trovi in Elo più bassi utilizza i tuoi campioni preferiti e migliora con loro, un giorno raggiungerai anche tu il Platino. Ricordati però che conoscere il LoL Meta è molto importante, così come sapere quali sono gli Oggetti e le Rune migliori. Per quest’ultima cosa puoi dare un’occhiata su u.gg, qui potrai perfino vedere le winrate dei singoli Item e Build Path.


Cosa ne pensi del concetto di Meta? Lo adori o preferisci fare la pecora nera? Facci sapere tutto nei commenti!

Se sei nuovo e stai cercando di capire con quali campioni iniziare dai uno sguardo al nostro ultimo articolo!

Chi l'ha scritto?

Riccardo Pizolli

Avido videogiocatore sin dalla tenera età, cresciuto con platformer, Neverwinter Nights e Warcraft III. Modellista sperperatore che per la gioia del proprio portafoglio si è innamorato degli immensi universi di Warhammer 40k e Warhammer Fantasy. Attualmente è ancora alla disperata ricerca della propria copia di Yoshi's Island, dispersa anni orsono.