LoL MOBA

LoL – LEC Superweek: 4 storie da seguire

g2 rekkles lec superweek

Pronti per l’inizio della stagione competitiva di League of Legends in Europa? Tra poche ore le dieci migliori squadre del continente apriranno la LEC Superweek, un weekend intero di partite in cui tutti i team disputeranno tre partite, dando un primo, importante, segnale delle gerarchie che si disegneranno durante l’anno.

Per arrivare attrezzati all’appuntamento, analizziamo le 4 storylines più interessanti da seguire. Squadre, giocatori, storie di rivalsa e rivincita: ecco dove concentrare la vostra attenzione in questo lungo weekend di partite.

LEC Superweek: Rekkles si pentirà della sua scelta?

Se non avete vissuto sotto una roccia negli ultimi mesi, sarete sicuramente a conoscenza del trasferimento più chiacchierato dell’inverno. L’ex capitano e bandiera dei Fnatic, Martin Larrson, ha cambiato casacca, trasferendosi ai G2 Esports, rivali di sempre della sua vecchia squadra.


La domanda che tutti si pongono in vista della LEC Superweek e della stagione in generale è la seguente: Rekkles si pentirà della scelta o riuscirà a trovare la gloria che cerca? É ben noto il suo desiderio di vincere i mondiali ad ogni costo, suo obiettivo da una manciata di anni a questa parte.

Per arrivare alla competizione regina, però, bisogna prima sbarazzarsi della concorrenza interna al continente e in molti si chiedono se, sotto il peso di una pressione mai vista, il superteam dei G2 Esports crollerà. Questa prima settimana di partite potrebbe darci una risposta iniziale: a livello di gioco e comprensione del meta forse no, ma sicuramente ci offrirà la possibilità di vedere come se la cavano i G2 senza il carisma e la leadership di Perkz.

Si farà sentire la mancanza di Perkz o Rekkles coprirà le lacune sia a livello di gameplay che di personalità? I G2 cominceranno con il piede giusto lo split primaverile? Rimandiamo le risposte a lunedì.

LEC Superweek: quanto è grave la situazione Astralis?

Guardando i roster delle squadre di questo Spring Split 2021, molti di voi avranno notato la quasi totale assenza di nomi di livello negli ex Origen, ora Astralis. Upset e Alphari, probabilmente i due giocatori più forti della passata stagione, hanno lasciato il team, lasciando posto a “nuove leve” provenienti dalle leghe regionali.

Le virgolette sono assolutamente giustificate: molti membri della community, infatti, hanno sottolineato lo strano approccio della squadra alla costruzione della rosa. Giocatori relativamente nuovi al panorama LEC (non certo veterani della lega) ma relativamente “vecchi”, con alle spalle sia diversi anni di gioco che presumibilmente il loro picco di performance. WhiteKnight e Promisq ne sono un esempio lampante mentre Jeskla è forse l’unica promessa interessante all’interno del team.


Astralis
Il logo degli Astralis – Fonte (Astralis Group)

Gli Astralis sono destinati all’ultimo posto? La risposta del pubblico sembra essere affermativa ma non è mai il caso di dare una squadra spacciata prima della partenza. Questa LEC Superweek ci darà sicuramente informazioni interessanti sulla sinergia, l’esperienza e la qualità della squadra. Una vittoria o una serie di ottime prestazioni potrebbero bastare per risollevare, almeno inizialmente, le speranze dei tifosi.

LEC Superweek: i Fnatic senza Rekkles

L’ultima volta che i Fnatic hanno cominciato uno split senza Rekkles è datata 2015: i G2 avevano ancora zero titoli continentali in bacheca e gran parte dei giocatori che dominano la scena oggi erano ancora alle prime esperienze competitive.

Questo piccolo tuffo nel passato dovrebbe dare un’idea del cambio epocale che attraverseranno i Fnatic: Upset è un giocatore di altissimo livello ma non è Rekkles, nel bene e nel male a livello di gameplay ma soprattutto nell’immaginario dei tifosi.

Liberarsi della sua legacy non sarà facile: questa LEC Superweek ci dirà se i Fnatic sono riusciti a costruire almeno un’impronta di uno stile di gioco finalmente coeso e vincente e se possono ancora competere per il titolo dello split come hanno fatto in tutti questi anni.

Se la storia ci insegna qualcosa, il momentaneo addio di Rekkles nel 2015 significò titolo primaverile per i Fnatic. La partenza del capitano potrebbe rivelarsi nuovamente vincente.

fnatic nisqy
Nisqy è l’altra grande novità per la squadra europea: sostituisce Nemesis in corsia centrale – Fonte (Fnatic)

LEC Superweek: basta Fnatic e G2!

Parentesi degli Astralis a parte, in questo articolo ho parlato soltanto di Fnatic e G2. Permettetemi di difendermi: il completo dominio della lega europea da parte di questi due team negli ultimi anni non lascia molto altro spazio. Si parla più volentieri di chi vince, di chi raggiunge le competizioni internazionali e rappresenta l’Europa ai Worlds.

L’ultima storyline da seguire, secondo me, è proprio questa. Come ogni anno da ormai troppo tempo, la community si chiede se qualche squadra riuscirà a spezzare lo strapotere delle due big: sarebbe anche ora! Questa LEC Superweek non deve essere motivo di illusione in questo senso (vedi split estivo del 2020) però non ci resta che aggrapparci a quello che possiamo. MAD Lions, Rogue, Misfits: chiunque ma non G2 o Fnatic. Più varietà e alternanza in vetta c’è, più si innalza il livello della competizione europea.


Chi uscirà vincente da questa prima settimana? Fatecelo sapere con un commento!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.