LoL MOBA

LoL – Faker contro i match-fixer in conferenza stampa

faker

Faker non è soltanto il giocatore più forte della storia di LoL ma anche uno degli streamer più seguiti del MOBA di Riot Games.

Che ti interessi l’esport o meno, insomma, quando parla Faker meglio drizzare le orecchie perché sicuramente non sta parlando a vanvera. Nell’ultima conferenza stampa post-partita, il giocatore dei T1 si è lamentato moltissimo dei match-fixer che rovinano la sua esperienza di gioco nelle ranked.

Faker contro i match-fixer

Prima di passare alle parole al veleno di Faker, facciamo un po’ di chiarezza su cosa siano esattamente i match-fixer. Questo termine inglese indica un patto stretto illecitamente nello sport (nell’esport in questo caso) o, più generalmente, in una competizione in cui sia manipolabile il risultato.


Applicato alle ranked di League of Legends, il match-fixing si traduce in un semplice accordo tra due parti per assicurare la vittoria dell’una o dell’altra squadra.

Durante la conferenza stampa che ha seguito la vittoria della squadra di Faker, i T1, contro i Fredit Brion, il tre volte campione del mondo ha lanciato l’allarme, ammettendo di essere stato vittima di diverse partite pilotate in ranked (fortunatamente).

Faker ha riconosciuto che il match-fixing non è un problema per la vasta maggioranza dei giocatori in quasi ogni regione e a quasi ogni livello ma non per questo va sottovalutato.

Secondo Faker, alcuni giocatori vengono sistematicamente pagati per manipolare le partite di alcuni giocatori professionisti di LPL e LCK, risultando in un’esperienza di gioco terribile per i pro.

Da buona guida della community di LoL, Faker ha anche discusso altri temi caldi legati al comportamento in-game, sottolineando come il suo problema possa essere il match-fixing ma quello di altri potrebbe essere rappresentato da throwers, giocatori maleducati e altro ancora. La richiesta del tre volte campione del mondo a Riot Games è una maggiore attenzione al problema e allo stato di forma della soloq, elemento fondamentale per il successo di League of Legends.



Qual è la soluzione a tutti i problemi che riguardano i comportamenti in-game? Scrivici la tua qui sotto nei commenti!

Mentre noi pensiamo al match-fixing, Riot pensa a come farci piacere Akshan, uno dei campioni meno amati all’uscita!

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.