LoL MOBA

LoL – Chiedi a Riot: come sono scelti i campioni per le skin leggendarie?

splash art worlds skin lol chiedi a riot

Chiedi a Riot è la rubrica della casa americana in cui gli sviluppatori rispondono alle domande dei fan di LoL. Raccolgono un po’ di FAQ (Frequently Asked Questions) e pubblicano un’episodio con le risposte ufficiali del team di sviluppo.

Nell’ultima “puntata”, Riot si è dedicata al tema delle skin leggendarie e al processo di selezione che le precede, oltre a dare un aggiornamento sul tema League Displays e trattare lo spinoso tema della tossicità.

Chiedi a Riot: skin leggendarie

Se segui assiduamente VALORANT, il nome “Chiedi a Riot” ti suonerà un po’ familiare. Fin dal lancio dello sparatutto, infatti, il team di sviluppo si è impegnato a rispondere regolarmente alle domande dei fan, lanciando la rubrica Ask VALORANT (Chiedi a VALORANT, appunto).


Chiedi a Riot (LoL Edition) funziona esattamente allo stesso modo. Sotto la lente d’ingrandimento, questa volta, sono finite le skin leggendarie, un tema decisamente attuale all’interno della community di LoL. La domanda era la seguente: in che modo vengono scelti i campioni per cui realizzare gli aspetti leggendari?

Il primo critierio di selezione è la popolarità del campione: le skin leggendarie richiedono più tempo di quelle epiche e dunque Riot non può che dare la precedenza ai campioni che “vendono” di più. In secondo luogo, l’azienda americana valuta le tematiche dell’anno una ad una ed individua potenziali candidati.

In aggiunta, Riot considera anche quanto recentemente un campione ha ricevuto un nuovo aspetto, quanto può centrare con una particolare tematica, cosa potrebbe aggiungere alla skin una versione leggendaria e infine valuta eventuali sovrapposizioni con skin già esistenti.

Noi stiamo solo aspettando le skin crossover con VALORANT

Riot ha trattato anche altri temi nelle sue FAQ. In pole position c’è League Displays, l’app che ti permette di cercare, scovare e scaricare wallpaper e screensaver dal mondo di League of Legends. Purtroppo, non ci sono buone notizie in merito.


I team che hanno inizialmente sviluppato l’app hanno perlopiù cambiato mansioni e l’applicazione si è riempita di bug e ha perso il passo con i tempi. Riot sta ora valutando le opzioni: League Displays potrebbe ritornare in una nuova forma o scomparire del tutto.

Per concludere, due parole sulla tossicità, uno degli argomenti più caldi di tutto il mondo di LoL. Riot Codebear, responsabile del gioco competitivo, ha reiterato i soliti consigli: segnalate, segnalate e segnalate! Il sistema sta migliorando ma non funziona a dovere senza che la playerbase faccia la sua parte.


Se vuoi fare delle domande per il prossimo Chiedi a Riot, clicca qui.

Chi l'ha scritto?

Tommaso Ballarini

Appassionato di esport e sport, ha trovato in nabbi.it il luogo adatto per trattare i moltissimi titoli esport che segue.