LoL MOBA Speciali

LoL Battle Academia #36 – Volibear: Dio del tuono o orso di peluche?

guida build lol battle academia nabbi puntata 36

Benvenuti alla trentaseiesima puntata di LoL Battle Battle Academia! Quest’oggi faremo un viaggio nel gelido Freljord per trovare il nostro amato e appena reworkato Volibear!

Cosa? Vi siete persi le scorse puntate di LoL Battle Academia? Svelti, cliccate qui per sfuggire al fulmine! Recupererete tutto il sapere perduto!

Cercheremo di capire quali siano le rune e gli oggetti migliori per il nostro orso preferito. Inoltre andremo anche ad analizzare i punti di forza e di debolezza di questo rework, che però abbonda dei secondi come dimostra il suo 36% di winrate.


Volibear come avrete notato non sta performando particolarmente bene al momento e necessita sicuramente di qualche buff.

Ma ora bando alle ciance e lanciamoci nel vivo dell’articolo!

“I falsi idoli crollano!”

Prima di entrare in ambito di Rune e build dobbiamo riguardare rapidamente le nuove abilità. Lo stile di gioco è molto simile al precedente anche se sono cambiate molte cose.

Se vi siete persi il rework fate un salto sul sito ufficiale Riot per rinfrescarvi la memoria. Se invece volete guardare nel dettaglio le novità, tutti i numeri sono a portata di click.

Volibear, la Tempesta Implacabile, in azione! – Fonte (Riot)

La passiva è essenzialmente la vecchia ulti in miniatura, che in più vi dona velocità d’attacco. Si attiva dopo aver inflitto danno 5 volte. Essenzialmente è un’ottima passiva, ma non applica gli effetti degli oggetti, nemmeno il burn del Talismano del Cacciatore sui mostri della giungla.


La Q è rimasta molto simile alla precedente. Ottenete velocità di movimento, raddoppiata verso i campioni nemici, e il vostro prossimo attacco stordirà il bersaglio. Inoltre è anche un autoattack reset, che però potrete usare poco in quanto la Q è il vostro ingaggio.

La W infligge rende il bersaglio ferito e anch’essa è un autoattack reset. Se usate di nuovo questa abilità sullo stesso bersaglio vi curerete, infliggendo danni aggiuntivi e riapplicherete le ferite.

La E è un’area che applica rallentamento e danni. Inoltre se vi trovate all’interno otterrete uno scudo in modo simile alla W di Ekko. L’abilità è piuttosto lenta ma se concatenata a dovere con la Q sarà facile da colpire.

La R è un balzo, durante il quale Volibear è inarrestabile, che rallenta in un’area enorme e infligge danni al centro. Inoltre disabiliterete le torri vicine e otterrete salute bonus. Il nostro orso grazie a questa ultimate è un diver temibile!

Ma come buildo Volibear?

Questa domanda ce la siamo posta tutti! È difficile capire quali siano le migliori opzioni per il nostro orso. La sua altissima velocità di attacco base unta a due autoattack reset ci porterebbe a pensarlo come un bruiser, ma il kit nel suo intero necessità di resistenze e salute, cioè di oggetti da tank.

Inoltre ancora non si è capito se Volibear sia meglio in giungla o in corsia superiore, ma per il momento sembra adattarsi bene a entrambi i ruoli.

Le rune più comuni vedono Conquistatore come Runa Chiave, seguito da Trionfo e Leggenda: Tenacia o Leggenda Alacrità in base al matchup. Per completare il ramo primario Ultima Sfida sembra essere un’ottima opzione grazie al sustain di Volibear unito a Conquistatore. Le altre due opzioni sono Scossa d’Assestamento e Predatore, ma sono molto più utilizzate in giungla. Perciò in corsia superiore non avete molta scelta, mentre in jungle potrete prendere le rune che più vi aggradano.

Per quanto riguarda il ramo secondario prendete Determinazione con Demolire e Corazza Ossea, se siete il toplaner. Invece se avete Smite prendete Stregoneria con Cappa della Nuvola e Camminare sull’Acqua, per massimizzare il vostro impatto nelle gank.

La colonna sonora perfetta per giocare Volibear!

Eccoci giunti al punto dolente: gli oggetti. Ancora non si sono stabilite build assicurate e spesso potete improvvisare grazie alla flessibilità di Volibear. Per ora i must-have sono Virtù della Triade, in corsia superiore, e Gemma del Colosso Cinereo in giungla. Questi saranno i vostri primi oggetti più o meno sempre. Gli stivali migliori sono uno tra Calzari del Ninja, Stivali della Rapidità e Calzari di Mercurio, a dipendenza della partita.

Per continuare la vostra build avete moltissime opzioni, perciò sperimentate e chissà magari troverete l’item perfetto su Volibear. In ogni caso oggetti come: Corazza Spirituale, Elmo Adattivo, Mantello del Sole, Idra Titanica, Speranza Perduta, Gloria del Giusto e Guanto del Gelo sono ottime opzioni tra le quali potrete scegliere le più adatte alla vostra partita.

I pro e contro di Volibear su LoL Battle Academia

Pro:

  • Ottimo 1v1
  • Ottimo engage e buona capacità di rimanere sul bersaglio grazie a Q, E e R
  • Grandissimo potenziale di dive
  • Buoni CC, soprattutto la Q che è essenzialmente uno stun punta e clicca
  • Buona capacità di splitpush, coronata dalla sua capacità di divare

Contro:

  • Risulta squishy nelle prime fasi della partita e necessita assolutamente di salute e resistenze dagli oggetti
  • È molto difficile utilizzare due volte la W sullo stesso bersaglio, a causa del cooldown che non risulta abbastanza breve
  • Necessita di riduzione ricarica, che è però difficile da ottenere dagli oggetti da tank
  • Danni e statistiche base piuttosto bassi, che risultano molto problematici senza gli oggetti perfetti
  • In teamfight è piuttosto forte e utile ma non riuscirete quasi mai ad usare la W per curarvi e questo danneggia gravemente la vostra survivability
Volibear LoL Guida
Nella splash art sembra davvero il dio del tuono! Ma in partita sembra di essere Tibbers in forma peluche! – Fonte (Riot)

Volibear ricorda Thor all’inizio di Endgame!

Eccoci, sfortunatemente, giunti al termine di questa puntata di LoL Battle Academia. Ricapitolando Volibear ha alcuni problemi nella build e ancora non si è trovata la build perfetta. Inoltre questa problematica si unisce a dei numeri troppo bassi e a un kit abbastanza lento nelle animazioni, che però danno comunque un buon feel in gioco. Quindi Volibear è un rework interessante, divertente e piuttosto ben riuscito. Ma necessita assolutamente di qualche buff!


Voi cosa pensate del nuovo Volibear? Rivolete quello vecchio? Fateci sapere tutto nei commenti!

Chi l'ha scritto?

Riccardo Pizolli

Avido videogiocatore sin dalla tenera età, cresciuto con platformer, Neverwinter Nights e Warcraft III. Modellista sperperatore che per la gioia del proprio portafoglio si è innamorato degli immensi universi di Warhammer 40k e Warhammer Fantasy. Attualmente è ancora alla disperata ricerca della propria copia di Yoshi's Island, dispersa anni orsono.